LA-U dell'ulivo
Dicembre 03, 2022, 02:26:44 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2] 3 4 5
  Stampa  
Autore Discussione: La SALUTE, adesso più che mai è importante!  (Letto 23841 volte)
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #15 inserito:: Ottobre 18, 2020, 06:58:40 pm »

Coprifuoco o stop mirati. Lombardia e Campania le regioni più a rischio | Rep

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
gio 15 ott, 08:32 (3 giorni fa)
a me

https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2020/10/14/news/ciriaco_retroscena-270605846/
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #16 inserito:: Ottobre 18, 2020, 06:59:36 pm »

I cinesi in Italia temono la seconda ondata più della prima

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
gio 15 ott, 08:37 (3 giorni fa)
a me

Decine i contagi nelle principali comunità. Mascherine, distanziamento e un rimedio della medicina tradizionale, le armi con cui ci si difende. L'AGI ha parlato con i portavoce di Roma, Prato e Milano -

https://www.agi.it/cronaca/news/2020-10-14/covid-comunita-cinese-paura-seconda-ondata-9952220/
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #17 inserito:: Ottobre 22, 2020, 06:43:16 pm »

Covid, Brusaferro (Cts): «La pandemia non è sfuggita di mano, così si può invertire la rotta»- Corriere.it

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
mer 21 ott, 08:19 (1 giorno fa)
a me

https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_21/covid-brusaferro-cts-la-pandemia-non-ci-sfuggita-mano-si-puo-invertire-rotta-evitiamo-contatti-non-necessari-9315d650-1308-11eb-85d0-55c1b589a562.shtml
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #18 inserito:: Ottobre 22, 2020, 07:09:51 pm »

La terapia intensiva a bordo di un treno, in Puglia si costruirà l'avvenieristico Icutrain per le emergenze sanitarie

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
mer 21 ott, 09:20 (1 giorno fa)
a me

Attività di test sono previste per la prima metà del 2021, il bando  è stato aggiudicato dall'azienda pugliese Sitael e prevede l…

https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/10/20/news/la_terapia_intensiva_a_bordo_di_un_treno_in_puglia_si_costruira_l_avvenieristico_icutrain-271240458/
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #19 inserito:: Ottobre 22, 2020, 07:15:12 pm »

undefined

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
mer 21 ott, 08:17 (1 giorno fa)
a me

https://www.corriere.it/cronache/20_ottobre_20/rigoristi-contro-tolleranti-cosi-si-spacca-cts-d5476e28-1243-11eb-9ff9-df76cb96fbac.shtml
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #20 inserito:: Ottobre 29, 2020, 07:10:55 pm »

“Rispettiamo le misure e i contagi caleranno: lockdown arma finale”

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
mar 27 ott, 09:08 (2 giorni fa)
a me

“Rispettiamo le misure e i contagi caleranno: lockdown arma finale”

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/10/27/rispettiamo-le-misure-e-i-contagi-caleranno-lockdown-arma-finale/5980955/
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #21 inserito:: Ottobre 30, 2020, 02:30:50 pm »

Il disagio mentale dilaga tra i senzatetto.
E la società è spietata e terribile con loro; | L&#039;HuffPost

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
dom 18 ott, 11:32 (12 giorni fa)
a me

Article:

https://www.huffingtonpost.it/entry/il-disagio-mentale-dilaga-tra-i-senzatetto-e-la-societa-e-spietata-e-terribile-con-loro_it_5f8aba45c5b6dc2d17f72d18?ncid=other_email_o63gt2jcad4&utm_campaign=share_email
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #22 inserito:: Ottobre 30, 2020, 02:36:27 pm »

Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
dom 18 ott, 11:45 (12 giorni fa)
a me

https://www.veronasera.it/attualita/reparto-covid19-ospedale-borgo-trento-sappiamo-cosa-aspetta-mesi-17-ottobre-2020.html
 
Registrato

Admin
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7.365


Mostra profilo
« Risposta #23 inserito:: Novembre 05, 2020, 12:03:27 am »

Ecco le previsioni sugli ospedali che spingono ai lockdown locali

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
3 nov 2020, 09:18 (2 giorni fa)
a me

Ecco le previsioni sugli ospedali che spingono ai lockdown locali

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/11/03/ecco-le-previsioni-sugli-ospedali-che-spingono-ai-lockdown-locali/5989353/
 
Registrato
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #24 inserito:: Novembre 24, 2020, 09:33:50 pm »

Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
9 nov 2020, 22:52
a me

https://amp.triesteprima.it/benessere/salute/saturimetro-come-funziona-quale-scegliere.html
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #25 inserito:: Dicembre 10, 2020, 11:05:14 am »

Ilaria Capua sull’ipotesi di una terza ondata: «È naturale che ci sarà»

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
mer 9 dic, 09:10 (1 giorno fa)
a me

https://video.corriere.it/cronaca/ilaria-capua-sull-ipotesi-una-terza-ondata-naturale-che-ci-sara/d8f8aec4-399e-11eb-97f0-6f118c19c928
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #26 inserito:: Dicembre 12, 2020, 07:51:41 pm »

Le parole celebrano la giornata dei Diritti Umani e agli umani si nega il diritto di scegliere se vivere o morire, essendo gravemente infermi.

Dopo di che assistiamo all'aggravante sociale degli imbecilli-criminali che si lamentano di non avere il "diritto" di andare alle feste in gruppo, anche correndo il rischio di infettare il mondo che li circonda.

ggg

Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #27 inserito:: Dicembre 15, 2020, 04:07:20 pm »

immunologa Viola: Ecco perché ci sono tanti morti di Covid in Italia&quot; | HuffPost

Posta in arrivo

ggiannig <ggianni41@gmail.com>
08:00 (8 ore fa)
a me

Article:

https://www.huffingtonpost.it/entry/limmunologa-viola-tanti-morti-in-italia-medicina-del-territorio-distrutta-cosi-i-piu-fragili-sono-poco-seguiti_it_5fd4cdc6c5b690d5d304599b?ncid=other_email_o63gt2jcad4&utm_campaign=share_email
 
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.738



Mostra profilo WWW
« Risposta #28 inserito:: Dicembre 15, 2020, 04:54:07 pm »

Coronavirus, il cervello di alcuni pazienti può invecchiare di 10 anni

Posta in arrivo

Arlecchino Euristico
13:08 (3 ore fa)
a me

https://www.corriere.it/salute/neuroscienze/20_dicembre_13/coronavirus-cervello-alcuni-pazienti-puo-invecchiare-10-anni-b63c3b52-1938-11eb-b299-55dcc243e9fe.shtml

Inviato da Posta per Windows 10

 

Registrato

Admin
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7.365


Mostra profilo
« Risposta #29 inserito:: Dicembre 19, 2020, 11:53:42 am »

Commento Coronavirus

Peste, colera e Covid: la Storia che non ascoltiamo

03 DICEMBRE 2020

La conflittualità tra Stato e Regioni ha ripercussioni negative sugli interventi di contrasto alla pandemia. Le autonomie locali tendono a essere controproducenti, perché creano confusione, sospetto e compromettono l'azione collettiva di mitigazione della crisi

Di GUIDO ALFANI

Tra i mali che l'autunno ha portato all'Italia non vi è solo la seconda ondata di Covid 19, ma anche una rinnovata conflittualità tra Stato e Regioni che si sperava potesse essere archiviata almeno fino alle prossime elezioni. Purtroppo, tale conflittualità è destinata ad avere ripercussioni negative sugli interventi di contrasto alla pandemia.
Per convincersene, aiuta considerare la storia della medicina e delle istituzioni di sanità pubblica. La lezione è molto chiara: nel corso dei secoli, ogni volta che è emerso un nuovo rischio pandemico si è dovuta potenziare la capacità del centro di assicurare il coordinamento dell'azione pubblica su territori sempre più ampi. Ad esempio, se confrontiamo le pestilenze del Cinque e Seicento con quelle medievali, troviamo gli Stati regionali italiani impegnati nel tentativo di tenere il contagio fuori dai propri confini, spesso con buon successo, cosa che nel Trecento sarebbe stata impensabile. I medesimi Stati, poi, dovevano fare i conti con le singole città, che erano pronte a mentire sulla presenza di casi di peste per evitare le conseguenze economiche del "bando": l'equivalente antico del lockdown mirato.
Nell'Ottocento, quando la peste era ormai un lontano ricordo, l'Europa dovette affrontare una nuova e gravissima minaccia pandemica, il colera. Gli Stati nazionali unitari si dovettero porre il problema di come assicurare il coordinamento su aree più ampie e inevitabilmente più composite. In Italia, ciò fu ottenuto con la creazione, nel 1888, della Direzione generale di Sanità pubblica (l'antenato del ministero della Salute) e del Consiglio superiore di Sanità. Istituzioni di questo tipo, che complessivamente erano adeguate a contrastare patogeni come il colera, fallirono miseramente contro la nuova grande minaccia del ventesimo secolo: l'influenza.
L'esperienza dell'Influenza Spagnola del 1918-19 rese evidente che contro un'infezione capace di diffondersi rapidamente a una parte amplissima della popolazione, sfruttando anche il contesto di un pianeta più popolato e interconnesso rispetto al passato, solo un efficace coordinamento internazionale, e possibilmente planetario, offriva qualche speranza perlomeno di contenere i danni. L'istituzione dell'Organizzazione mondiale della sanità, nel 1948, fu la risposta a tale esigenza.
Nella crisi attuale, evidenti limiti operativi hanno caratterizzato l'azione dell'Oms così come del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), istituito non a caso nel 2005: subito dopo l'emergenza della Sars del 2003. L'unica soluzione razionale, però, non è uscire dall'Oms come minacciato in estate dal presidente americano Trump, bensì potenziare le istituzioni esistenti e se occorre crearne di nuove, con un obiettivo primario: rafforzare il coordinamento a una scala territoriale più ampia possibile.
Tornando al caso nazionale, perseguire tale obiettivo richiede anche di chiarire senza ombra di dubbio quali siano le competenze dello Stato centrale e quali quelle delle autonomie locali. La storia insegna che nel caso di una pandemia le autonomie locali tendono a essere controproducenti, perché creano confusione, sospetto reciproco e in generale compromettono l'azione collettiva di mitigazione della crisi.
Ciò non implica che altri aspetti delle autonomie (anche in campo sanitario) siano sbagliati, ma di certo è un punto su cui si dovrà riflettere - anche perché questa, che è la quinta emergenza sanitaria globale causata da un coronavirus o da un virus influenzale solo nel corso del ventunesimo secolo, certamente non sarà l'ultima.

guido.alfani@unibocconi.it

da - https://rep.repubblica.it/pwa/commento/2020/12/03/news/coronavirus_governo_regioni_le_autonomie_e_le_pandemie-276894412/?ref=nl-rep-a-bgr
Registrato
Pagine: 1 [2] 3 4 5
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!