LA-U dell'ulivo
Novembre 30, 2021, 09:19:02 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Orlando Zapata Tamayo Cuba, i funerali vietati del dissidente  (Letto 2267 volte)
Admin
Utente non iscritto
« inserito:: Febbraio 25, 2010, 05:46:43 pm »

25/2/2010 (15:11)  - LE ESEQUIE DI ORLANDO ZAPATA TAMAYO

Cuba, i funerali vietati del dissidente

Le autorità non fanno avvicinare le persone alla cerimonia funebre

GORDIANO LUPI

La sepoltura del prigioniero politico Orlando Zapata Tamayo ha avuto luogo nelle prime ore di oggi nel suo paese natale, Banes, sotto il controllo ldi agenti della Sicurezza di Stato e della Polizia che hanno reso impossibile la partecipazione popolare. Martha Beatriz Roque, una delle poche dissidenti che è riuscita a partecipare alla veglia funebre di Zapata, ha spiegato che la Sicurezza di Stato ha concesso di effettuare la sepoltura questa mattina alle ore 7. Le autorità avevano precedentemente insistito che le esequie funebri avessero luogo nella giornata di mercoledì. Secondo la Roque, la situazione nel paese dell’oriente cubano “è molto difficile” perchè la Sicurezza di Stato controlla, ma senza metterci la faccia e “manda una dottoressa che sembra una poliziotta per parlare con la famiglia”.

Roque ha detto che le vicinanze della casa di Zapata sono state circondate da cordoni di polizia e ufficiali “vestiti da civili” e “in divisa”, che non consentivano di raggiungere il luogo della veglia funebre. “L’atmosfera è abbastanza pesante, ma ci hanno permesso di vegliare il defunto”, ha detto Berta Soler, una delle Dame in Bianco che è riuscita a raggiungere Banes. A Miami, Ramón Saúl Sánchez, presidente dell’organizzazione degli esiliati Movimento per la Democrazia ha riferito che agenti della Sicurezza di Stato e alcuni medici si sono presentati nella casa dove veniva vegliato Zapata per portare via il cadavere. “Ma la madre (Reina Luisa Tamayo) si è opposta, dicendo che per fare una cosa simile avrebbero dovuto ucciderla”, ha aggiunto Sánchez.

Il Direttorio Democratico Cubano (DDC), con sede a Miami, ha detto che l’attivista Martha Díaz Rondón, vicepresidente del Movimento Femminista per i Diritti Civili Rosa Parks, le ha riferito che gli agenti continuano ad arrestare i dissidenti che cercano di raggiungere Banes. “Le abitazioni degli oppositori in diversi luoghi dell’Isola sono circondate da cordoni di polizia, come quella di Jorge Luis García Pérez Antúnez e di sua moglie Iris Pérez Aguilera, presidente del Movimento Rosa Parks di Placetas, e quella di Caridad Caballero Batista, componente del Movimento Rosa Parks, nella città di Holguín", ha detto il DDC in un comunicato. Il regime teme che la morte di Orlando Zapata Tamayo possa aprire nuovi focolai di rivolta e cerca di ridurre al minimo la concentrazione dei dissidenti nel luogo dei funerali.

da lastampa.it
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!