LA-U dell'ulivo
Settembre 22, 2021, 03:42:12 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ESSERE CITTADINI. (Arlecchino dal forum "forumista.net").  (Letto 3589 volte)
Admin
Utente non iscritto
« inserito:: Ottobre 21, 2008, 11:21:01 am »

Arlecchino



Joined: 18 Jul 2002
Posts: 1658

 Posted: 21 Oct 2008 09:42    Post subject:     

--------------------------------------------------------------------------------
 
Ho proposto questo 3D per dare un mio modesto contributo alla consapevolezza del: "chi siamo".

L'IO di ognuno di noi chi è?

Non siamo consumatori, non siamo parco buoi, non siamo elettori a cui è stato tolto il diritto di scegliere chi votare, non siamo neppure clienti se a questo termine si da il valore di asserviti.

Siamo Cittadini che a seconda di come/dove agiscono, acquistano, consumano, ricevono servizi, sono assistiti... VOTANO i politici da loro scelti.

Cittadini è un concetto ed un termine di grande dignità ma richiede una forte autostima e condiderazione di NOI.

Sino a che dedichiamo attenzione soltanto al nostro singolo quotidiano che ci sovrasta e dimentichiamo la nostra dignità offesa, decine di volte al giorno, non saremo degni di quell'aggettivo.

CITTADINO è chi fa parte di uno STATO!

Ma solo se si è parte attiva e critica delle cose che non sono giuste.

Siamo ancora distratti dalla nostra realtà personale che non è la realtà vera. Come possiamo valutare ciò che è giusto per tutto il paese... a cominciare dal vicino di casa.

In questo forum si può acquisire una maggiore (forse anche migliore) conoscenza, ma quante volte la nostra "distrazione" ha fatto cadere nel nulla temi sulla reale realtà e deviato altri verso il solo chiacchierare.

Sempre per "distrazione"?
(Termine che uso spesso, al posto di altri più adeguati, per non essere offensivo).

ciaoooooo
 
Registrato
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.271



Mostra profilo WWW
« Risposta #1 inserito:: Settembre 09, 2021, 05:50:03 pm »

Dal   http://forum.laudellulivo.org/index.php  --  8 ottobre 2007, 15:37
---
SONO DEMOCRATICO PER QUESTO NON VOTO IL 14 OTTOBRE...

... dopo lo scetticismo iniziale sul fatto che DS e Margherita si potessero unire nel PD, ho appoggiato con forza e mi sono sentito impegnato nel dare un contributo alla sua nascita.

Continuerò a farlo, ma da "senza partito".

E' una condizione che molti di noi rivendicano da anni e lo fanno perché si sentono ULIVISTI e il PD come si prospetta non ci è sufficiente.

Io desidero continuare la ricerca della possibile realizzazione dell'Ulivo ma composto anche da tutte quelle realtà di partito o sociali che oggi ne sono fuori.
Ho la certezza che le tesi dell'Ulivo e la loro realizzazione sono cosa più ampia e più profonda di quello che oggi si intravede nel nuovo PD.
Non per questo lo rifiuto come molti sono tentati di fare e fanno. Proprio per questo intendo cooperare nel PD, con una visione sulle azioni da intraprendere, da subito e nel futuro, migliori di quelle che abbiamo criticato dall'interno sino ad oggi. Senza riscontri, né risultati soddisfacenti.

Oggi possiamo intravedere tra "le fasce" di questo partito nato, con molte imperfezioni genetiche da curare, segni di aspettative politiche positive. Dobbiamo espanderle.
Ma troppe sono le forze negative, che del resto era impossibile neutralizzare nelle attuali condizioni, a cominciare da quella Sinistra che non è capace di cogliere le opportunità che essere al governo del Paese avrebbe con una buona riuscita del governo Prodi.
Invece la Sinistra sembra impegnata a fermare la storia, facendo politiche di opposizione e consentendo il ritorno al potere di un berlusconismo smodato e cialtrone.
Se non peggio. Oggi Berlusconismo, ieri Fascismo, ma domani? Sembra una maledizione.

Ma è certo che se il PD rincorre alla cieca una convergenza al Centro eccessiva non dimostra volontà di incontro proficuo con quella parte della società.
Perché di questo si tratta non compromettersi con leader e leaderini dei partiti nani, ma andare incontro alla realtà di quella parte sociale che non aspetta altro che di essere riconosciuta, capita e coinvolta nella gestione del Paese responsabilmente.

Una negatività urgente da superare riguarda anche la "qualità" dei politici che vediamo operare nel governo Prodi e nel Parlamento.
Scadente in generale con l'aggravante che non si vedono emergere, tra loro, personalità che sappiano denunciare con i fatti, le storture da correggere nei fatti non a chiacchiere.
Che si sveglino quelle che albergano nel PD riuscendo ad emergere con i loro valori superiori alla media. Se ne hanno.


Noi "forumulivisti" abbiamo subìto ancora una volta (la seconda) l’incapacità dei personaggi dell'apparato, a cui il vertice ha demandato il compito della comunicazione in Internet, di valorizzare il mezzo e le persone del Forum Ulivo.it che per sei lunghi anni, ogni giorno e da volontari, hanno (unici in Italia) saputo ricreare dal nulla una comunità di base che dialoga costruttivamente per arrivare ad avere la consapevolezza sulle cose che si vogliono migliorare e modificare nella società "vera".
Questi "personaggi" scelti da un vertice incapace di dialogare con la base, sono stati incaricati d'impacchettare la materia viva che da anni pulsa tra le righe scritte di ulivo.it, trasformandola in una bacheca di servizio al PD. Carnefici e vittime loro stessi di questa deficienza.
Questa è solo una dimostrazione di come esista la necessità di mantenere la nostra capacità di esprimere contributi critici, costruttivi, pragmatici, mantenendoci impegnati nel CentroSinistra di cui il PD, diviene parte ancora più importante ma non completa, ma dobbiamo restare liberi da vincoli partitici.

Noi sosteniamo la necessità dell'esistenza dei partiti, ma sino a quando non sapranno esprimere valori moderni da condividere con una base consapevole, progetti riformisti e progressisti nei fatti, partigiani della pace, portatori di solidarietà razionale che risolva i bisogni reali degli ultimi, senza pietismi e ipocrisie, sino ad allora sarà meglio cooperare in tutto e per tutto, ma senza casacche più o meno segnate da più o meno piccole... macchie etiche.

Noi forumulivisti dobbiamo essere prodiani oltre Prodi a cui non è stato permesso di esprimersi al meglio come, forse, sarebbe stato capace.
Noi dobbiamo essere uomini liberi di Centro e di Sinistra uniti dalla religione laica nel voler essere onesti cittadini utili, in casa, in patria, nel mondo, ed essere capaci di operare nel nostro Paese per farlo migliore e di non fermarsi a questo ma guardare anche oltre le nostre frontiere.

C'è molto da fare. Buon lavoro.

ciaooo

Da - http://forum.laudellulivo.org/index.php  --  8 ottobre 2007, 15:37
Rivisto, migliorato e corretto da Gianni Gavioli il 7 SETTEMBRE 2021
Registrato

Admin
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!