LA-U dell'ulivo
Luglio 07, 2020, 07:41:43 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: 1 2 [3] 4 5
  Stampa  
Autore Discussione: Tavolo n° 1 = riservato alle eventuali integrazioni alla lettera d'intenti ...  (Letto 28800 volte)
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #30 inserito:: Giugno 05, 2008, 08:26:47 am »



La mia "elaborazione" già non mi garbava, ma per non disperderci passiamo all'ultima edizione di Paola.

Più che lettera d'intenti mi sembra un'ottimo premessa alla stessa.

Il che potrebbe anche essere.

La si porta nel forum per anticipare la vera e propria "lettera" che a questo punto dovrà essere più "tecnica", più programmatica e anche ... più politica.

Ovviamente nel caso decidiate di procedere in tal modo la lettera "tecnica" uscirà tra qualche settimana (potrebbe essere utile anche per vedere le dimensioni dei mutamenti che Roma ci proporrà).

Se siete d'accordo le mia Premessa si annulla e si presenta questo testo di Paola come premessa.

Un solo punto non mi trova d'accordo e spero sia un lapsus "notturno" questo che riporto:


"""Abbiamo compreso che solo mantenendo le diverse identità politiche (e la memoria storica sottesa ad ognuna di esse) si potrà giungere a uno spazio che preveda sviluppi concreti e autentici, sviluppi che radunino tutte le persone che hanno ancora voglia di lottare per un mondo migliore."""


Se non leggo male vogliamo smontare il PD?
Non è il caso dato che il forum porterà presto l'insegna grafica PD (DS + Margherita).

Sarebbe utile che Paola portasse rapidamente un chiarimento su questa frase confermando che non abbiamo intenzione di anticipare possibili future "separatezze".

Aspettare che la Sinistra si svegli e si avvicini a noi non significa separarci dai cattolici.

Se ho letto male mi spiegate?

Grazie
gianni.
 
Registrato
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #31 inserito:: Giugno 05, 2008, 08:30:15 am »

Paola e amici,

non dovete mai scordarvi che io sono il meno colto di tutti voi.

Quindi su ripetizioni, poca scorrevolezza, ortografia e simili ho bisogno della vostra vicinanza critica. Grazie.

ciaooooooooooooooooooo
Registrato
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #32 inserito:: Giugno 05, 2008, 02:24:45 pm »



Siamo i partecipanti del gruppo di studio formatosi in forumista.net, forum politico nell'area del pd.

Alcuni di noi partecipano attivamente al dibattito politico da molti anni, altri vi sono approdati (o riapprodati) attratti dall’intento,  dichiarato dal partito democratico, di apertura alle molte anime del centro sinistra.

Le discussioni e i confronti , anche serrati , che abbiamo sviluppato in questi ultimi mesi e l'andamento delle ultime elezioni,  hanno prodotto in noi queste minime ma solide convinzioni.

C'è l'esigenza di ricercare un percorso e una direzione comuni che, ispirandosi all'esperienza dell'Ulivo, permettano a persone con matrici culturali e politiche diverse, ma tutte ugualmente legittime, di divenire interlocutori della più ampia rete di confronto e condivisione possibili.

Abbiamo compreso che il possibile ostacolo al ritrovarci in questo percorso comune, non sono le diverse identità o matrici politiche, ma il supporre che sia indispensabile e irrinunciabile una fusione tra esse  affinché tale iniziativa divenga portatrice di analisi, documenti e iniziative.

Abbiamo compreso che solo mantenendo le diverse identità politiche (e la memoria storica sottesa ad ognuna di esse) si potrà convergere su  sviluppi concreti e autentici, sviluppi che radunino tutte le persone che hanno ancora voglia di lottare per un mondo migliore.

Sì, parliamo di mondo migliore. Sappiamo che il "mondo migliore" non parte sempre e comunque dai massimi sistemi, spesso invece si sviluppa nelle conquiste sul territorio, dai piccoli gruppi o addirittura dalle singole volontà che riescono a incidere positivamente sulla qualità di vita propria e degli altri, dalla pratica politica delle relazioni di solidarietà e di condivisione delle risorse.

Ma non ripudiamo la capacità e la forza di immaginare che il mondo e le sue regole potrebbero davvero essere diversi in un contesto più generale.

Per questi motivi non innalzeremo bandiere personali nel corso di tale iniziativa, che speriamo abbia vita lunga e proficua, ma ognuno di noi riverserà in essa quanto ha appreso dal suo vissuto politico personale e collettivo.

Vogliamo divenire un soggetto capace di interloquire con il pd e con i circoli del partito, con le forze presenti sul territorio, associazioni, volontariato, gruppi, persone ed esperienze che vorranno vedere in noi un piccolo ma deciso contributo a un mondo migliore.

Soprattutto vogliamo realizzare proposte coraggiose e modalità di lavoro in cui la partecipazione libera e operosa venga riconosciuta.
Non riusciamo infatti più a credere in una adesione passiva alla politica, ma riteniamo più utile per la comunità poterci confrontare, elaborare prospettive e giungere così a definire nuovi percorsi.

C'è bisogno di spalancare le porte perché idee dirompenti dal punto di vista della partecipazione portino a prassi politiche derivate dalla conoscenza che ognuno di noi ha delle cose e della vita.

Non escluderemo quindi nessuna tematica del vivere che possa essere inquadrata politicamente in questo tentativo.

Il momento è troppo importante per trascurare uno qualsiasi degli aspetti della nostra vita quotidiana: è in atto un'emergenza che non è sintetizzabile banalmente in poche parole d'ordine. E' in atto una drastica svolta che, giustificandosi e avvalorandosi attraverso i numerosi disagi palpabili  nel paese, tende a mettere a repentaglio la stessa democrazia. 

Dalla gente, dalla strada, emergono continue istanze che non possono e non devono essere interpretate attraverso una lente deformante, ma alla luce (cancellato…) della nostra migliore eredità.

I nostri padri e le nostre madri lottarono e misero in gioco la loro vita per acquisire diritti civili e sociali basilari. Ed i diritti acquisiti sono testimonianza di civiltà.

A questo punto la lotta non deve fermarsi, ma rivolgersi verso più elevati diritti, come testimoniato dalla  rogatoria sulla pena di morte e dalla messa al bando delle cluster bombs.

Mentre oggi ci ritroviamo nella inquietante condizione di vedere in pericolo ciò che avevamo acquisito, e di dover ricominciare a batterci per la sua difesa. E, secondo noi,  non sarà possibile giustificarsi in seguito, dicendo che non ce ne eravamo accorti.

Così pure i temi della libertà nelle grandi scelte di vita di donne e uomini, della ricerca scientifica, della illegittimità dello sfruttamento degli uni sugli altri, dell'elaborazione culturale e dell'informazione devono essere al centro di questa società, per renderla moderna, dinamica e centrata sulla dignità di ognuno.


E' per meriti, non godendo di  privilegi, che vorremmo essere riconosciuti, senza che restino frapposti muri invalicabili ad impedirci una vita degna di essere vissuta in sé ed in quanto partecipe alla politica.


----------------------------------------
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Se mi date il via d'approvazione la presento a... sapete dove.

A Paola e Maria un grazie di cuore e di cervello.

ciao
ggiannig 




Registrato
darwin
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 37


Mostra profilo WWW
« Risposta #33 inserito:: Giugno 05, 2008, 11:37:22 pm »

Ciao, a me personalmente la lettera piace e penso che la frase
Citazione di: Paolav
Abbiamo compreso che solo mantenendo le diverse identità politiche (e la memoria storica sottesa ad ognuna di esse) si potrà convergere su  sviluppi concreti e autentici, sviluppi che radunino tutte le persone che hanno ancora voglia di lottare per un mondo migliore.
non significhi distruggere il PD ma affermare che non bisogna arrivare necessariamente ad una "mediazione" fra le posizioni (come avviene nelle fusioni fredde) ma presentare liberamente varie voci, saranno poi i partecipanti alla discussione rielaborare e scegliere senza vincoli la proposta.
Registrato

Arturo Infante detto Darwin detto Mac
arturo.infante@tin.it
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #34 inserito:: Giugno 05, 2008, 11:56:26 pm »


Darwin,

infatti la frase l'ho solo rifinita mi sembra.

Se arriva per tempo l'OK anche di MammaMaria e di Paola domani la presento ufficialmente a Roma e nel forum.

Appunto domani leggerete nel forum una dichiarazione dell'Amministratore che tra l'altro alla fine del messaggio cita il gruppo di lavoro.

Credo che Paola e MammaMaria ci abbiano dimostrato come può non essere impossibile uscire dalla fila e dire la nostra o portare un nostro messaggio, essendo in più d'uno.

Sono molto dispiaciuto che al lavoro delle nostre due Signore non si siano aggiunti altri che pure si dicevano interessati.

Ma non importa in due o in duecento se il prodotto finale è positivo va bene!   

Portare un nostro documento nel giorno stesso in cui da Roma arriva il riscatto dall'umiliazione patita mesi fa, mi da una grande soddisfazione.

Grazie.
ggiannig
« Ultima modifica: Giugno 05, 2008, 11:59:13 pm da Admin » Registrato
paolav
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 50


Mostra profilo
« Risposta #35 inserito:: Giugno 06, 2008, 11:54:13 pm »

eccomi finalmente, Gianni ti ho risposto privatamente perché sono prima entrata nella mia posta privata, quindi saprai già che l'ultima versione da te risistemata (e te ne ringrazio) mi va benissimo.

Assumo la risposta di Darwin in merito alla nostra discussione su fusioni varie come se fossero le mie stesse parole, quindi ringrazio anche Darwin.

e aggiungo che, visto che uno dei nostri intenti consiste nel creare anche la maggior possibile aggregazione su quello che ci proponiamo, mi sembra sia il caso (oltre che corretto dal punto di vista politico) non creare confini troppo marcati.

però penso che di questo sarà bene parlarne ancora mentre l'importante, per ora, è varare la nave, come già ti scrivevo nella mail personale.

mi scuso nuovamente se nelle ultime stesure ho sfrondato, ridotto, e variato alcune elaborazioni di altri.
magari non si nota, ma lo faccio anche sui miei stessi pensieri, quando li traduco in parole.
ma l'esperienza mi insegna che se vuoi che altri leggano uno scritto senza perdere la necessaria concentrazione verso di esso bisogna togliere, togliere e ancora togliere, cercando di lasciare l'essenziale.
per questo ho tolto alcuni riferimenti di Maria alla situazione attuale.
perché spero che il documento che abbiamo insieme prodotto permanga (come premessa o quel che sarà) a lungo, visto il nostro progetto, quindi mi è sembrato giusto che non contenesse riferimenti troppo specifici.

ciao
paola




Registrato
Matleo
Utente non iscritto
« Risposta #36 inserito:: Giugno 07, 2008, 12:42:38 am »

Chiedo umilmente scusa per essermi attardato.
Se avete concluso, pazienza.
Però osservo che l'ultima stesura a me convince meno di quella proposta da ggianning.
Il rapporto col PD, a mio parere, deve essere ben delineato.
Così mi convince poco anche questo periodo:
Vogliamo divenire un soggetto capace di interloquire con il PD e con i circoli del partito, con le forze presenti sul territorio, associazioni, volontariato, gruppi, persone  ed esperienze che vorranno vedere in noi un modesto ma deciso contributo ad una società migliore.
Infatti, secondo me, non siamo noi che dobbiamo divenire "soggetto capace d'interloquire..." : La nostra iniziativa deve portare a far sì che il PD "interloquisca" secondo lo spirito dell'Ulivo con la società nelle sue diverse componenti e rappresentanze e si apra al loro contributo senza chiusure e meccanismi selettivi interni che ne impediscano la partecipazione.
Il PD si deve fare interprete reale di una partecipazione priva di condizionamenti meccanicistici e del vecchio modo di essere dei partitit apparato.
Chiedo nuovamente scusa per il ritardo delle mie osservazioni. Ma vi ripeto, trascuratele se è tardi.
Registrato
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #37 inserito:: Giugno 07, 2008, 08:44:32 am »

Ho già spedito a Roma (amministrazione del forum).

In ogni caso a questa seguiranno sia il nostro primo documento, sul tema che decideremo, poi il dialogo nel gruppo sarà sempre leggibile anche quando passeremo nel forum, quindi ci sarà da dire molto di più.

La cosa urgente che preme è avere più "lavoratori" che si attivino nel gruppo.

Le Signore hanno dato l'esempio adesso tocca a... tutti.

ciao
ggiannig
Registrato
Matleo
Utente non iscritto
« Risposta #38 inserito:: Giugno 07, 2008, 03:59:10 pm »

Ok. Chi tardi arriva ... male alloggia.
Ciao
Registrato
mammamaria
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 52


Mostra profilo
« Risposta #39 inserito:: Giugno 10, 2008, 12:10:54 pm »

Mi scuso se mi faccio viva solo ora, ma ho avuto problemi di connessione, mi è morto il pc, e mi si è cancellato tutto quello che avevo conservato in una memoria esterna... un filotto non male per chi per vivere ha fa e-commerce e informazione!
Apprendo che sto arrivando anche tardi per commentare la stesura finale della lettera di intenti, che è stata inviata così come è. L'ultima versione mi trova in linea di massima daccordo, solo mi spiace sia stata eliminata una parte che ritengo fondamentale, ma che credo non sia molto condivisa dagli altri del gruppo... è il mio destino: outsider anche tra gli outsider! Felice
MI riferisco a quello che è espresso in questo periodo, e che non mi pare di rivedere neanche in altra forma all'interno della lettera:
Citazione
Abbiamo compreso che il possibile ostacolo al ritrovarsi insieme per questo percorso comune non sono le diverse identità o matrici politiche, ma il supporle individualmente primarie rispetto le altre, rendendo impossibile il dialogo su quanto invece ci accomuna perchè tale iniziativa possa divenire portatrice di analisi, documenti e iniziative.

Abbiamo compreso che solo mantenendo le diverse identità politiche, e la memoria storica sottesa ad ognuna di esse, ma unendole in una nuova identità politica, figlia di queste, si potrà giungere a uno spazio di sviluppi concreti e autentici, sviluppi che radunino tutte le persone che hanno ancora voglia di lottare per un mondo migliore.

Avrei tenuto molto che questo concetto venisse manifestato in questa lettera, proprio perchè il PD, o l'Ulivo, o "ambrogio", come preferiamo chiamarlo, non sia una fusione fredda come dite, ma il risultato di un profondo scambio culturale.
Registrato
Matleo
Utente non iscritto
« Risposta #40 inserito:: Giugno 18, 2008, 01:36:02 am »

Ci sono novità dal Loft?
Registrato
paolav
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 50


Mostra profilo
« Risposta #41 inserito:: Giugno 19, 2008, 01:17:43 am »

saranno andati a un corso di autostima

scusate ma negli ultimi tempi mi sento un po' caustica, anche per questo sto ritirata.

spero di arrivare presto a leggermi tutto il bel lavoro di Darwin e Maria sugli straordinari.



ciao
paola
Registrato
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #42 inserito:: Giugno 20, 2008, 06:55:15 pm »



... andava spedita con urgenza e avete capito il perchè.

Immagino.

Ora il valore di quella lettera a mio avviso è ... l'essere di intenti.

Nulla di bloccato, di statico, quindi.

Ho trascorso quindici giorni completamente staccato dal PC attingendo le notizie locali dal Piccolo e dalla radio.

Che distanza da noi... e che concretezze.

Molto spazio anche alla cultura a differenza dei giornali vicentini.

ciao
ggiannig
Registrato
Matleo
Utente non iscritto
« Risposta #43 inserito:: Giugno 21, 2008, 12:39:09 am »

Ho trascorso quindici giorni completamente staccato dal PC attingendo le notizie locali dal Piccolo e dalla radio.

Che distanza da noi... e che concretezze.


E' quello che serve nel PD.
Registrato
Admin
Utente non iscritto
« Risposta #44 inserito:: Giugno 21, 2008, 08:25:13 am »



Il nostro gruppo che sembra destinato a spegnersi potrebbe essere un minuto ma efficiente laboratorio in cui si elaborano "concretezze" partendo dall'osservazione di ciò che ci circonda.

ggiannig

Registrato
Pagine: 1 2 [3] 4 5
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!