LA-U dell'OLIVO
Marzo 04, 2024, 11:02:43 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Quali sono gli Stati con i peggiori regimi di dittatura?  (Letto 1496 volte)
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 30.279



Mostra profilo WWW
« inserito:: Febbraio 08, 2024, 11:34:46 am »

Valentina Vlahović
Ricercatrice, Giornalista free lance presso Universitè de Nice
Aggiornato

Quali sono gli Stati con i peggiori regimi di dittatura?

Sarò troppo banale e scontata, ma tanti si sono dimenticati le dittature più ovvie del secolo scorso, forse perché non le ritengono tali, o peggio ancora le esaltano e le idealizzano. Questo in ordine di crudeltà ed efferatezza
1) Terzo reich (Germania, 1933–1945)
La base della sua ideologia era lo sterminio totale di un intero popolo, bambini compresi, sui quali venivano fatti terribili esperimenti e sottoposti a torture indicibili. Vittime non furono solo singole popolazioni, come Ebrei e Rom, o future vittime di questo olocausto sarebbero state le genti di etnia Slava (dai Russi ai Bulgari, centinaia di milioni di persone all'epoca!), e molto probabilmente, sarebbe toccato successivamente agli Africani, Arabi e probabilmente anche agli Italiani, finche' i soli sopravvissuti sarebbero stati i Tedeschi stessi.
Inoltre, furono massacrati anche tanti Tedeschi, colpevoli solo di avere preferenze sessuali non conformi al regime, o di essere disabili fisici e psichici, o peggio ancora, dissidenti. E i massacri venivano compiuti con modalità particolarmente crudeli.
2) Stalinismo (URSS, 1924–1953)
Ha completamente travisato e rivoltato come un cappotto dei nobili ideali, almeno in teoria, in nome dei quali sono morti milioni di persone, seppellendo con milioni di morti una Idea Rivoluzionaria che si proponeva di cambiare completamente la Storia dell'Umanità, così come fece la Democrazia Ateniese e la Rivoluzione Francese e Americana.
Questi si comportò proprio come i nemici stessi che aveva rovesciato, gli Zar, se non peggio, deificò la sua persona come un faraone Egizio, e fece massacrare giusto coloro che avevano contribuito maggiormente a rovesciare l'autocrazia zarista. Nessuno prima o dopo di lui ha massacrato più Comunisti, Socialisti, Anarchici, Operai, Contadini, deboli e oppressi…
Fu senza dubbio il peggior nemico del Comunismo che la Storia abbia mai avuto, ed é lui che ha affossato per sempre i nobili ideali Socialisti e Anarchici, da Babeuf a Proudhon, da Marx a Bakunin.
3) Fascismo (Italia, 1922–1943)
Una ideologia folle e distruttiva, che ha provocato immani disastri nel nostro Paese e nel Mondo di cui ancora si pagano le conseguenze.
Essa esaltava l'ignoranza e la cieca obbedienza, già al suo nascere compì atroci e gratuiti delitti, si accaniva verso gli oppositori con una violenza belluina, e inoltre, essendo di base razzista e nazionalista, esaltava ingiustificatamente l'etnia Italica e il giovane Stato italiano, come se fosse il popolo più virtuoso del pianeta, richiamandosi peraltro a un passato truce e sanguinario (che non apparteneva certo solo al popolo Italiano) come quello dell'Impero Romano.
Per via della sua megalomania, sono morti milioni di innocenti mandati al massacro per guerre che non volevano (il Popolo Italico era per sua natura non bellicoso e anticolonialista), ha deportato migliaia di Eberi, i quali hanno convissuto per secoli pacificamente con gli Italiani, sancendo le terribili leggi razziali del 1938 (caso unico nella Storia d'Italia, paese culturalmente assai tollerante e mai razzista) ha orrendamente massacrato con torture indicibili donne e bambini nella ex Jugoslavia (i nazisti stessi inorridivano per le inumane violenze su di loro commessi, lo stupro era la prassi, venivano sventrate donne incinte etc..), in Albania, in Libia, in Somalia e Etiopia: verso questi ultimi futono addirittura usati i terribili gas nervini, arma alla quale ne' i nazisti e tantomeno i giapponesi hanno fatto mai ricorso.
4) Pol Pot (Cambogia, 1975–1979)
Forse e' chi ha massacrato più persone relativamente alla popolazione e allla durata del regime. Fece fuori un quinto della popolazione Cambogiana, circa 2 milioni fra uomini, donne e bambini, colpevoli solo di aver studiato, di non volere fare i contadini e gli operai.
Benché' nominalmente si definiva Comunista, la quale ideologia esaltava l'istruzione e la Cultura, e avesse ben tre lauree alla Sorbona, egli odiava visceralmente ogni forma di conoscenza ed esaltava l'ignoranza e l'analfabetismo. A volte bastava solo portare gli occhiali per essere massacrati da squadre di feroci ragazzini adolescenti, a volte bambini, i terribili khmer rossi, i quali venivano a loro volta "educati" con metodi assai coercitivi.
La Cambogia poi fu successivamente liberata da un'altro regime Comunista, quello Vietnamita, visto che gli occidentali, in primis gli USA che avevano provocato altri lutti in quella regione, chiusero gli occhi.
5) Ustaša (Croazia, 1941–1945)
Regime poco conosciuto in Italia, in quanto fu creato, appoggiato e foraggiato dal fascismo italiano stesso, di cui Ante Pavelić (nella foto), il poglavnik (duce) Croato, si ispirava. Ma in quanto a crudeltà ed efferatezze, compiute a danno di Ebrei, Serbi, Rom, Musulmani, Albanesi, e persino Croati stessi, non era secondo a nessuno. Le crudeltà degli ustaša (insorti in Italiano), facevano inorridire persino gli stessi nazisti e fascisti, in quanto gratuite ed efferate e infierite verso i più deboli, soprattutto donne, bambini, disabili e malati, che venivano torturati e massacrati ancora più ferocemente degli altri. La caratteristica principale di questi squadristi era la loro codardia, pavidità, maramaldaggine e vigliaccheria, che non tardò a manifestarsi qualora i loro alleati erano in difficoltà. Erano capaci solo di infierire sui più deboli, e quando furono sconfitti, piangevano e invocavano pietà, fingevano di pentirsi.
Inoltre si avvaleva della forte alleanza e benedizione con la chiesa di Roma, e del papa Pio XII, il cui primate di Croazia, Alojzije Stepinac, era complice e colluso con il regime, e lo appoggiava apertamente, benedicendo la marmaglia ustaša e le loro armi nella Cattegrale di Zagabria. Fu beatificato addirittura da Giovanni Paolo II.
Furono loro, contrariamente a quel che si crede, i primi a usare il metodo delle foibe, usato poi successivamente dai criminali che combattevano nelle file partigiane titine. Gli Italiani stessi hanno conteggiato fra le vittime delle foibe anche quelle di questo regime e dei fascisti, che sin dal 1941 cominciarono a gettare nelle cavità carsiche Ebrei, Serbi, Antifascisti, Rom etc…. Successivamente il regime Titoista, con la copertura dell'occidente e anche dell'Italia, nascose le sue malefatte e anche quelle degli ustaša stessi: infatti Tito, Croato di nascita, lo fece fuggire, finchè poi fu ucciso in Spagna nel 1957 da Blagoje Jovović, un četnico Serbo (i četnici era un movimento nazionalista, razzista e di destra in Serbia).
Costoro hanno poi continuato le loro nefaste imprese in tempi recentissimi, durante le guerre balcaniche, sotto la guida di Franjo Tuđman (Croazia, 1990–1999), altro criminale, il quale, insieme a Slobodan Milosevic (Serbia, 1991–2000), Radovan Karadžić (Srpska Republika di Bosnia, 1992–1996) Hashim Thaçi (Kosovo 1994- ancora in carica!!!), meriterebbero a tutto titolo di finire in questo nefasto elenco. Invece spresso sono considerati padri della patria nei rispettivi paesi, al pari di Garibaldi e Mazzini, e in un caso (Kosovo) ancora in carica!
6) Maoismo (Cina, 1949–1976)
Se è vero che i regimi socialimperialisti hanno causato milioni di morti, la Cina maoista ne fu il principale artefice, causando essa stessa oltre l'80% del totale delle vittime. Costui, sulle orme di Stalin, dal quale successivamente si distaccò, si comportò come un dio vivente, come i suoi predecessori, i Celesti Imperatori dell'Impero del dragone.
Era accecato da una assurda e nefasta ideologia, pur essendo un inetto e incapace, quindi molto piu' dannoso dei dittatori precedenti. Era incerto e insicuro su tutto, cambiava idea continuamente facendone pagare il prezzo alla intera popolazione, era un megalomane che sovente sopravvalutava le capacità del Paese.
A suo tempo la Cina era uno stato prevalentemente contadino, analfabeta ed arcaico, e lui, con il cd. "grande balzo in avanti", pretendeva, attraverso una raffazzonata pianificazione, di industrializzare il Paese in brevissimo tempo (5 anni al massimo!), imponendo alla popolazione crisi, carestie, fame, che causarono fra il 1959 e 1961 dai 15 ai 50 milioni di morti (a seconda delle fonti).
Successivamente, con la cd. "rivoluzione culturale" (molto amata dai movimenti maoisti negli anni 70, che originarono terrorismo rosso e nero, e alcuni dei leader, fra i quali Alessandro Meluzzi e Giampiero Mughini, sono fra i piu' famosi commentatori TV, e non mi sorprende che siano di destra…), cominciò la sua personale paranoia: fece processare migliaia di funzionari, persino alcuni fra i suoi parenti, dando un potere immenso all'Autorità Giudiziaria, potere che in Cina si é rafforzato ancorpiú al giorno d'oggi.
La Cina odierna é infatti una dittatura giustizialista, dove governa incontrastato il potere giudiziario. Lo stesso Xi Jin Ping era un Magistrato. Questo perchè i Cinesi sono per loro natura iperlegalisti e giustizialisti, e il partino non è altro che un CSM sotto falso nome.
Questo per me deve essere un monito a tutti gli amanti del giustizialismo e a tutti coloro che in nome della Giustizia vorrebbero essere governati proprio dalla Magistratura…
7) Regime Militare di Augusto Pinochet (Cile, 1973–1990)
Regime sudamericano fra i più crudeli ed efferati, anche se non operava per conto proprio, ma delegato dalle grandi multinazionali minerarie, petrolifere e alimentari, fra le quali la Coca Cola company e le sette sorelle.
Nel 1970 fu democraticamente eletto in Cile il presidente Salvador Allende, il quale aveva intenzione di nazionalizzare tutte le imprese strategiche, allora in mano a multinazionali USA, di investire in Sanità, Istruzione e lotta alla povertà. Questi riuscì parzialmente nei suoi intenti, fin quando i potentati economici che allora affamavano il paese sudamericano pretesero che l'allora amministrazione USA guidata da Richard Nixon finanziasse un colpo di stato militare, fornendo cospicui finanziamenti per la rielezione del presidente americano (elezione truccata notoriamente come rivelato dallo scandalo Watergate).

Altresì l'economista Milton Freidman, padre del liberismo selvaggio e della "reganomics" anni 80, voleva operare in quel paese un azzardato esperimento, tramite i suoi allievi e seguaci (i "Chicago boys") di completa e estrema privatizzazione di ogni risors, compresa scuola, sanità, ordine interno, carceri etc…, esperimento che si rivelò fallimentare e causò migliaia di morti per fame e carestia.
Ma vi era anche di peggio: il generale Cileno fece deportare, internare, torturare barbaramente e uccidere centinaia di migliaia di Cileni, con torture di stampo medioevale che non sto qui a descrivervi per delicatezza. Ha ridotto il suo paese in uno stato miserabile, era profondamente corrotto e colluso sia con le multinazionali "legali" che con i cartelli di narcotrafficanti. Purtroppo ancora oggi ha i suoi sostenitori, paradossalmente piú in Italia che nel Cile stesso.
Fico Dittatura di Nicolae Ceaușescu (Romania, 1965–1989)
Formalmente aderente all'ideologia Socialista, questi non era altri che un folle tiranno megalomane, che con la moglie Elena (nella foto) e la sua imbelle e corrotta famiglia ridusse alla fame, a stenti e povertà l'intera popolazione Romena, causando decine di migliaia di morti non solo per fame e stenti (negli anni 80 i Romeni mangiavano carne di topo), ma soprattutto per ferocissime torture, sofferenze e umiliazioni fatte dalla sua terribile guarda pretoriana, la cd. "Securitate", una banda di sgheri capace delle più efferate e gratuite barbarie.
Questi aveva come riferimento il sanguinario Impero Romano, e prendeva a modello i feroci Imperatori: infatti spese gran parte delle risorse in opere inutili e faraoniche, fra le quali il palazzo del parlamento di Bucarest (l'edificio più grande del mondo), tanto che la Romania stessa fu espulsa addirittura dal patto di Varsavia per manifesta imbecillità.
Lui e la sua famiglia vivevano negli agi più sguaiati, trash e volgari, soprattutto i suoi figli, era protetto dall'occidente in quanto si era distaccato dal blocco sovietico, e fece milioni di dollari di debiti che pagava puntualmente, togliendo tantissime risorse al Paese e alla popolazione. La Romania era un Paese ricco, colto e florido prima di lui, produceva oro e petrolio, alla fine e' diventato il paese piu' miserabile d'Europa, miseria dalla quale non si é ancora ripreso.
9) Dittatura militare Argentina (Argentina, 1976–1983)
Ebbe vari dittatori, fra i quali il più feroce era Jorge Rafael Videla (nella foto), poi seguito da Roberto Viola, Calos Lacoste, Leopold Galtieri, Alfred Oscar Saint Jean, e infine Reynaldo Bignone, fu caratterizzata da una particolare efferatezza e ferocia. Fece massacrare, sparire, gettando nell'oceano vivi da aerei militari un numero imprecisato di oppositori, soprattutto giovani e adolescenti. Se quresti avevano figli questi ultimi venivano adottati da altri militari ed educati ai loro metodi crudeli: infatti gran parte di loro divennero successivamente arditi sostenitori di questa epoca oscura.
Tale dittatura fu causata anzitutto dalla debolezza di Isabelita Peron, ex moglie di Juan Peron, ma non all'altezza della precedente, la mitica Evita, la quale non riuscì a mantenere l'indipendenza e l'equidistanza garantita allora dal marito e dalla sua precedente moglie. Per questo poi intervennero le multinazionali USA, che cominciarono a cogliere l'occasione per sfruttare le enormi risorse del Paese, allora il più ricco, colto, evoluto, civile ed avanzato dell'America Latina, he aveva una prosperità pari ai paesi Europei. Formalmente la dittatura fini con la imbelle guerra delle Falkland/Malvinas, ma il disastro e l'impoverimento del paese potenzialmente più ricco del Sud America continua ancora oggi…


Per descrivere il personaggio nella foto riporto solo alcune sue frasi. Non credo che abbisognino di ulteriori commenti:
1)„Non esistono le guerre sporche. Esistono le guerre giuste e quelle ingiuste. Il cristianesimo crede nelle guerre giuste. La nostra fu una guerra giusta.“
2) „In ogni guerra ci sono persone che sopravvivono, altre che rimangono invalide, altre che muoiono e altre che spariscono.“
3) „Prima elimineremo i sovversivi, poi i loro collaboratori, poi i loro simpatizzanti, successivamente quelli che resteranno indifferenti e infine gli indecisi.“
4) „Dobbiamo evitare il gioco pendolare del passato tra governi militari forti e governi civili deboli e demagogici. Questa è la nostra strategia.“

Origine: Jorge Rafael Videla frase #2043169
Origine: Jorge Rafael Videla frase #2043170
Origine: Jorge Rafael Videla frase #2043172
Origine: Jorge Rafael Videla frase #2043171

10) Dittatura Nord-Coreana (Corea del Nord, 1948, in vigore)
Non potevo non finire con una dittatura tuttora esistente…
Un regime mascherato da socialista, ma in realtà governato da una dinastia ereditaria che si é auto-divinizzata, e i loro leader sono considerati qualcosa di più che semplici presidenti o regnanti umani, bensì, secondo le più arcaiche tradizioni orientali, una sorta di divinità terrene.
Questo stato si formò successivamente alla sanguinosa guerra di Corea, combattuta dall'esercito USA contro militanti finanziati da URSS e Cina, e fu il primo nefasto prodotto di quella che fu la guerra fredda. Essa divise definitivamente il Paese in due parti, ciascuna fedele a una superpotenza. Tale divisione, tuttavia, a differenza della Germania, fu mantenuta, dopo il crollo dell'URSS, principalmente per volontà cinese e americana, e anche perché al nord oramai si era sedimentato quel terribile e surreale regime di cui sopra.
Anche se molte efferatezze di questo lunghissimo e ormai ultra-sessantenario regime sono ben note, e' utile ricordare che gran parte della popolazione vive in stato di estrema povertà, non ha alcun diritto, lavora in regime schiavistico per mantenere gli agi della famiglia e per le enorme spese militari, che servono periodicamente a minacciare il mondo con armamenti nucleari strategici che possono arrivare a colpire Europa e Stati Uniti. E per questo che tale regime sopravvive, tramite questo turpe ricatto nucleare. Tuttavia, é un mistero su chi abbia permesso che uno staterello così ridicolo si possa essere armato così (ma non é l'unico, si pensi a Israele, Iran, India e Pakistan…), senza la complicità solidale delle tre maggiori superpotenze…

Da – https://it.quora.com/Che-differenza-c%C3%A8-tra-regime-autoritario-e-dittatura


Registrato

Admin
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!