LA-U dell'ulivo
Giugno 29, 2022, 03:02:15 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: IL MISTERO MISTERIOSO DELLE ADESIONE ALLA NATO DEL 1999  (Letto 26 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7.069


Mostra profilo
« inserito:: Giugno 22, 2022, 10:47:12 pm »

Elio Truzzolillo
etorSsopdnact105113886gfa9h6m705 fnch3icu5  ·

IL MISTERO MISTERIOSO DELLE ADESIONE ALLA NATO DEL 1999
Nel 1999 entrarono a far parte della NATO Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca.
Perché lo avrebbero fatto? Qualcuno di voi risponderà che lo hanno fatto per sentirsi più sicure relativamente a future provocazioni militari o politiche imperialiste da parte della Russia. Quel qualcuno sarebbe scusato perché è la spiegazione più ovvia.

Il problema è che voi siete dei poveri ignoranti e non studiate abbastanza. Chi invece ha studiato la materia ed è veramente esperto come il prof. Orsini sa che non può essere così.
Lo studioso, bontà sua, prova anche a prendere in considerazione questa ipotesi (che attribuisce al Corriere della Sera come se fosse un pettegolezzo che girava in redazione che gli stati dell’est temevano la Russia) ma poi la scarta decisamente. Nel suo libro scrive:
“In realtà, quando, nel 1997, Albright avviò il processo di integrazione nella Nato di Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria, la Russia era in ginocchio e la minaccia del suo imperialismo era inesistente.”

E poi aggiunge:
“L’affermazione, secondo cui quei Paesi entrarono nella Nato per proteggersi dal pericolo di un’invasione da parte della Russia, viene continuamente esibita nel dibattito politico in Italia senza prove”.
Vorrei rassicurare il prof. Orsini, questo “pettegolezzo” non gira solo in Italia ma è una convinzione comune alla quasi totalità degli osservatori nel mondo. Quante alle prove (lui è uno studioso e vuole le prove) potrei ricordargli tutta la storia del Patto di Varsavia e delle relazioni tra gli stati che vi fecero parte, nonché i rapporti tra l’URSS e gli stati confinati antecedenti alla nascita del Patto di Varsavia. Potrei anche “portare come prove” cosa pensano esponenti di quei tre stati. Per fare un esempio a caso il presidente polacco Duda, commemorando i 20 anni dall’ingresso della Polonia nella NATO, nel 2019 affermò:
“L'adesione all'Alleanza atlantica ha sancito la conferma finale della sovranità e dell'indipendenza della Polonia”
Visto Orsini? Non sono solo pettegolezzi della redazione del Corriere della Sera. Ma il nostro Orsini è libero di chiedere le prove al presidente Duda di quella che era la predisposizione psicologica dei cittadini di quei tre stati nel momento in cui liberamente decisero di aderire alla NATO.
Ma concentriamoci sulle “prove” fornite da Orsini, perché lui è uno studioso e le prove le porta eh. Secondo il nostro mitomane preferito la prova che i paesi dell’est non temevano per la propria sicurezza e integrità è data dal fatto che nel 1997 la Russia era debole e non poteva attaccarli. Immagino che a questo punto tutti i veri studiosi di relazioni internazionali staranno prendendo a testate la più vicina parete disponibile. Pare ovvio anche a un non studioso, infatti, che la decisione di entrare in un’alleanza militare ha una valenza strategica che si basa su una prospettiva pluriennale. Non si aspetta di avere un esercito schierato ai propri confini.

Orsini ci sta dicendo che se il nostro vicino è uso girare ubriaco con in mano una sega elettrica e ha già una condanna per omicidio, noi non ci dobbiamo preoccupare e non dobbiamo avvertire la polizia perché tanto in quel momento è andato dal barbiere, quindi, non può farci nulla.
Ma la cosa buffa è che Orsini non mente per qualche losco fine, lui è davvero convinto di essere uno studioso illuminato che vede le cose nella maniera più corretta e imparziale. Il fatto che venga preso seriamente dai media è invece un problema tragico, che non fa ridere affatto.

Da – fb del 20 giugno 2022
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!