LA-U dell'ulivo
Giugno 29, 2022, 02:12:37 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Raccolta di considerazioni portate da Meta/Fb, dopo il mio alleggerimento.  (Letto 172 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7.069


Mostra profilo
« inserito:: Aprile 04, 2022, 02:58:03 pm »

Gianni Gavioli ha condiviso un link.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · 89u1S82u 190o0uu9nso8rch3dh9  ·
Da tutto quanto qui sotto ben descritto, dobbiamo uscire!!
Non soltanto come élite ravveduta e corretta, ma come popolazione che deve tornare sui banchi di scuola, ovunque sia possibile rieducarsi al civile bene comune di nazione, che deve completarsi nell'unità, valorizzando valori e beni culturali, locali e tradizionali, oggi stravolti e drogati dallo Sfascismo della cattiva politica, da tempo e di fatto ProPutin.
É arrivato il tempo delle scelte!!
Siamo in Guerra, dobbiamo scegliere, o con l'Occidente da riaggiustare con modalità e visione sociale locale e mondiale, da correggere in grandi misura.
Oppure con un Putin o altri simili dopo la sua sconfitta, per essere trattati come il popolo russo da un secolo, come loro resi amorfi e acritici, soggiogati dalla Dittatura.

Da FB
Gianni Gavioli ha condiviso un post.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · 1 7mapan8ol06ch1l0tud37  ·
Comunismo é ancora oggi é il Grande Inganno, che il Socialesimo, Studio per la Democrazia verso il Socialismo, deve rielaborare, come nuovo ideale sociale, da proporre al Mondo.

Gianni Cuperlo
2 7mapan8ol06ch1l0tud37  ·
Come in tutte le guerre le storie dei singoli, le singole biografie di donne e uomini comuni, scompaiono e a sfondo rimangono solo i numeri, le cifre aride delle vittime, le statistiche sui “sommersi” e i “salvati”. In questo disarmo della ragione una di quelle storie, però, s’impone perché simbolo di molte altre vite che ci furono e non ci sono più. La racconta Cesare Martinetti stamane su La Stampa, la storia è quella di Boris Romanchenko, classe 1926. Ha perso la vita a Kharkiv sotto le bombe russe. Viveva da solo all’ottavo piano di un palazzo e da tempo non poteva muoversi e uscire di casa. Lui, ebreo, è morto nell’opera di “denazificazione” decisa dal Cremlino. Boris Romanchenko era stato catturato nel 1942 non lontano da dove l’altro giorno ha finito di vivere. Dopo l’arresto era stato portato a Bergen-Belsen e Buchenwald. Nei decenni dopo la guerra, sopravvissuto al lager, aveva partecipato da volontario alle attività dell’associazione intestata a Massimiliano Kolbe (ucciso ad Auschwitz) dedicandosi al “sostegno materiale e psicologico degli ex deportati”. Per completare il paradossale balzo della storia, non solamente la sua, si deve dire che sempre dopo la guerra si era arruolato nell’Armata Rossa e per qualche anno aveva lavorato nella vecchia DDR. Il Novecento non è stato il “secolo breve”, ma il più lungo di una maledizione che la cronaca assurda di questo inizio di primavera ci restituisce nel volto di un vecchio uomo uscito vivo dallo sterminio nazista e ucciso nel 2022. Non doveva finire così.
Gianni Gavioli ha condiviso un link.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · 89u1S81u6190o0uu 6go8r8h3dh95  ·
Tutte le ragioni del mondo non giustificano l'azione del Putin che sbaglia tutto e infierisce sulla popolazione.
Solo la violenza di Davide contro Golia fu giustificata, come oggi (non ieri) la violenza degli Ucraini.
Ma il Golia - Putin non ha tenuto conto che gli Ucraini di oggi non hanno soltanto una Fionda e cinque Sassi.
E hanno l'Europa che aiuta quella popolazione, la vera vittima della guerra, oggi come ieri!!

Gianni Gavioli ha condiviso un link.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · 89u1S82u0190o0uu 6go8r8h3dh95  ·
Zelensky dia disposizioni al suo meraviglioso Popolo resistente!
A quello che scappa, donne e bambini, pensiamo noi europei come non mai.
L'Europa è sotto il tiro delle minacce russe e ce la dobbiamo sbrogliare tra noi, europei.
Sanzioni contro bombe russe, ma senza andare oltre i limiti del non ritorno.
Provvedimenti che richiedono una certa intelligenza decisionale e operatività saggia, senza fanatismo settario.
ggiannig
Gianni Gavioli ha condiviso un link.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · Iteri t0fu4Spaflolec s10:r522  ·
L'Ucraina era il pretesto per il Cremlino, in realtà vogliono la guerra in Europa.
Non useranno l'atomica perché sarebbe anche la loro distruzione.
Ma ... vi dirò in seguito l'altro rischio che, a questo punto, corre l'Europa compresa la Russia.
ggiannig
Gianni Gavioli
Autore
Amministratore

+1

Uno dei problemi da risolvere, a nostro avviso, dovrà esaminare e valutare se le nostre Democrazie sapranno essere all'altezza dei conflitti, di fatto già in corso, tra gli Imperi.
Le infiltrazioni saranno le prime indagini da attivare, esistono in tutta Europa e si esprimono, contro i governi democratici, in modi e tempi diversi.
Le democrazie "dolci" sino alla mollezza sono in grado di distinguere e difendersi dai Pretesti usati in gran parte per creare disordini, sino ad arrivare all'eversione nel Caos?
Caos preannunciato, anni fa, e messo come strumento di conquista del potere, in campagna elettorale da elementi oggi al governo
Potrà esserlo l'Italia, che vede addirittura al governo elementi antieuropei e ProPutin?
La necessità di rendere Autorevole la nostra democrazia, é impellente tenuto conto che l'anomalia di questo Fatto, ci rende meno affidabili in Europa e peggio, autorizza il Vertice russo a minacciarci e "bollare" pericolosamente un nostro ministro!
ggiannig

Gianni Gavioli ha condiviso un link.
Amministratore
Esperto del gruppo
  · 2209 Smuponfarzo l0allte lor4e r018:e3md7  ·
La formazione degli Imperi nel mondo é in corso da tempo.
Quelli Occidentali infiltrati da più parti e divisi nel reagire, hanno una caratteristica in comune sono Democrazie, diverse e differenti ma democrazie.
Il futuro vedrà imperi formati da democrazie in contrapposizione a imperi composte da dittature?
Imperi Orientali contro imperi Occidentali?
ARLECCHINO Euristico.
Pubblicato da Corriere.it Social   · 1500fS95o6n 1030huisohd  ·
Anche in Italia ci si dovrà contare con un Referendum pro-occidente.
Ci sono troppi infiltrati ProPutin.
ciaooo

ARLECCHINO Euristico.
Pubblicato da Gianni Gavioli   · ItS1oneria al0ale 102:160d7  ·
Spudorato il ministro putiniano che oltretutto ci minaccia dopo che quel soccorso è stato pagato, loro a nostre spese hanno studiato il virus in Italia.
I rapporti tra noi e la realtà devono essere modificati con la conoscenza, "la fiducia é morta" l'hanno uccisa putine i suoi complici.
Rassegniamoci tutti, i nostri politici buonisti o complici a loro volta, compresi.

ciaooo

Registrato
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7.069


Mostra profilo
« Risposta #1 inserito:: Aprile 04, 2022, 03:02:37 pm »



Post della sezione Notizie
Pierre Dalla Vigna
14t9p0fo8 1gm83ghd  ·
È un periodo complicato. I miei interlocutori di sinistra sono divisi a metà tra coloro che reputano Putin un nuovo Hitler e quelli che pensano che abbia pienamente ragione. I miei interlocutori moderati, conservatori o reazionari (molti di meno, ma alcuni ne ho), sono divisi anche loro allo stesso modo!
Del resto, un demiurgo pazzo sembra essersi impadronito della storia. C’è un presidente ucraino che è un ebreo russo, il quale combatte una guerra contro la Russia al comando di alcune divisioni dichiaratamente naziste. I nazisti di tutto il mondo vanno ad arruolarsi metà per l’Ucraina libera e metà per l’ortodossia panslavista russa. In un filmato si vedono miliziani Banderisti (Bandera: capo delle milizie fasciste in Ucraina durante la Seconda Guerra mondiale) cantare “bella ciao”. Però ci sono comunisti pro-Putin del Donbass che parlano di un complotto demo-pluto-giudaico… e inneggiano a Stalin, ma anche allo Zar Pietro il grande. In compenso ci sono anarchici che si schierano col nazionalismo ucraino…
Comunque la si prenda, questa guerra è assurda, non conviene a nessuno, è fondamentalmente irrazionale. Perciò sostengo che non abbia mai avuto luogo. È sicuramente lo scherzo di un comico.
Dai Zelensky, ci siamo cascati. Adesso però, tu e il tuo amico Vlad, vedete di piantarla, perché di questo passo dovremo pensare che ci sia veramente il pericolo di una terza guerra mondiale, e che sia plausibile farla con le atomiche. E anche questo, come diceva il mio amico Don Ferrante, è uno scenario assolutamente impossibile!

Commenti:
Enrico Brunori
Che confusione.
Rispondi1 h
Paolo Meneghetti
Ci sono alcuni "indizi" per cui lo "zar" sta portando la Russia fuori dall'isolamento centenario; tuttavia, ancora non si capisce molto di Bruxelles... insomma se interessa "agganciare" questo Paese enorme, per europeizzarlo.
Rispondi1 h
Paolo Meneghetti
P.S. Io non ci penserei un attimo ad approfittare della situazione; perché questo significa abbattere il paradigma della "Guerra Fredda".

Rispondi1 h
Gaetano Licata
Egregio Pierre Dalla Vigna, mi permetta, i nazisti sono solo da una parte: dalla parte di coloro che si stanno comportando da nazisti. Chi cerca di confondere le cose lo fa solo perché odia la Nato e gli USA. Usiamo la complessità quando serve, non per capovolgere aggressori e aggrediti, lupi e agnelli. Che poi debba essere anche Zelenskiy a piantarla, non capisco più! Piantare cosa? Piantarla di essere bombardato?

Rispondi1
Pierre Dalla Vigna
Gaetano Licata: È esattamente ciò che pensa una buona metà dei miei interlocutori e tutta la stampa italiana e occidentale. Un’altra metà pensa che Usa e Nato stiano proseguendo la guerra fredda per fare con la Russia una sorta di ex Jugoslavia più grande… e mi citano Afganistan, Irak, Siria ecc. Come esempi di tragedie che abbiamo ignorato…

Rispondi57 m
Gaetano Licata
Pierre Dalla Vigna ribadisco, fra USA e Nato sono entrate coi carri armati in uno stato sovrano? I sottili intellettuali che parlano di complessità e adducono Bombe su Jugoslavia, Afghanistan ecc. devono avere proprio tonnellate di prosciutto negli occhi per non vedere cosa accade. Le tragedie ignorate non possono in alcun modo essere chiamate ora in causa per giustificare o vedere ragioni in quanto accade. Semplicemente le faccio presente che quanti additano USA e Nato come colpevoli di questa situazione sono gli stessi che dicono che i filmati e le foto che arrivano da Ucraina sono fake! Alcuni arrivano a dire che gli Ucraini bombardano i loro palazzi di civili. Caro professore, alla distorsione visiva che una ideologia può causare c'è un limite, il limite della decenza.

Rispondi4 m
Enrico Brunori
Pierre Dalla Vigna Che guaio.

Rispondi3 m
Milva Spagnuolo
Conto che la Federazione russa mi liberi una volta per tutte dai portatori di bende.

Rispondi57 m
Ali Abdul Hakeem
Post gradevole ma ti invito a valutare chi combatte chi e perché... Di seguito uno spunto di riflessione
Il colpo inferto alle economie asfittiche europee sarà ferale, e le destina ad una totale supina dipendenza dagli Usa.


TESTO DEL MESSAGGIO NAZIONALE DI VLADIMIR PUTIN ALLA NAZIONE RUSSA E AL MONDO.
16.03.21
"Cittadini della Russia, cittadini del mondo, fratelli e sorelle.
Una parte dei governi del mondo occidentale, i governi che compongono l'Unione Europea e la NATO, che rappresentano relativamente poco più dell'11% della popolazione mondiale, hanno deciso di costringere, e sottomettere ai loro disegni molto più dell'89% degli abitanti, degli esseri umani che vivono su questo pianeta, hanno deciso di esiliare dalla "civiltà", dalla loro cosiddetta civiltà, tutti i cittadini russi ovunque si trovino su questo pianeta, non importa quale sia la loro sfera di vita, condannandoli per aver avuto la "maledizione", -la nostra felicità- di essere nati nella nostra grande patria, non importa cosa pensiamo, cosa facciamo, quali sono le nostre inclinazioni, quali i nostri sogni, principi o ideali, solo per il semplice fatto che siamo russi, cioè da un giorno all'altro hanno deciso che noi cittadini russi abbiamo perso la nostra condizione umana, che non apparteniamo più a questo pianeta.
Una cosa del genere non si è mai vista prima in tutta la storia dell'umanità, il più simile che si sia mai visto è stato quando il regime nazista di Adolf Hitler e i suoi accoliti decisero a suo tempo che i cittadini della Germania e del resto d'Europa con affiliazione religiosa ebraica, affiliazione politica comunista, o dubbia affinità etnica diversa dall'etnia superiore o fraintesa razza secondo i loro ideali, mancavano di un'umanità degna e adeguata abbastanza da non essere schiavizzati e/o sterminati;
A loro volta, minacciano dello stesso destino chiunque mostri amicizia, solidarietà o simpatia con i russi, ovunque essi siano.
Tutto questo armamentario estremista è "giustificato" dal fatto che una nazione ha esercitato il diritto elementare di qualsiasi paese, società o essere umano a difendersi, a proteggersi prendendo l'iniziativa di fronte a un'aggressione mascherata di bassa intensità, persistente e continua, che la mette e la metterà nel corso del tempo a grave rischio per la sua integrità territoriale e la sicurezza e la vita dei suoi abitanti. Non ho bisogno di spiegare ulteriormente, chiunque mi ascolti sa molto bene, anche se si rifiuta di capire, di cosa sto parlando.
Questa rappresentazione dell'Occidente, in risposta alla nostra audacia sovrana, ha deciso di schiacciarci, sia fisicamente, materialmente o moralmente, e a questo scopo ha vigliaccamente applicato una guerra economica, mediatica e d'informazione di carattere brutale, di guerra lampo, ma tutto si è concluso in meri desideri impulsivi lontani dalla realtà, desideri immediati falliti.
l'Occidente non è riuscito a organizzare o imporre una "guerra lampo" contro di noi, né sono stati in grado di influenzare pienamente, in generale, le menti della nostra società isolata, la trappola dell'informazione che hanno istituito nei loro territori e domini danneggia solo i loro cittadini comuni, e poiché le bugie hanno vita breve, prima o poi, i loro stessi cittadini chiederanno la loro libertà di scelta, una libertà che non può mai essere soppressa da nessuno o da niente, perché è parte della condizione umana stessa.
Invece di danneggiarci, le sanzioni contro la Russia ci rafforzano, hanno piuttosto inferto un duro colpo all'economia globale nel suo insieme, un'economia che loro usano e manipolano, ma che oggi non possono più controllare completamente.
Gli è sfuggita di mano, e ora colpiscono solo gli europei e gli statunitensi stessi, i loro cittadini, attraverso l'aumento dei prezzi della benzina, dell'energia, del cibo, attraverso la perdita del loro lavoro;
cittadini d'Europa, degli Stati Uniti, cittadini comuni, non è vero che i vostri problemi sono dovuti alle "azioni ostili" della Russia, no, sono dovuti alle azioni irrazionali e irresponsabili dei vostri leader, che intendono farli pagare con i vostri stessi soldi per "la lotta contro la mitica minaccia russa".
È tutta una menzogna, la verità è che i problemi attuali di milioni di persone in Occidente sono dovuti alle azioni commesse dalle élite dirigenti dei vostri stati, a causa dei loro errori, della loro miopia e delle loro eccessive ambizioni lontane dalla realtà: sono ossessionati dai loro interessi di profitto e superprofitto, sono incapaci di vedere oltre, di entrare in empatia con voi e i vostri bisogni più elementari.
La Russia rispetta la vostra proprietà, la Russia continuerà a rispettare la proprietà di tutti a differenza dell'Occidente, noi rispetteremo i vostri diritti, a differenza di questa rappresentazione distorta che abroga tutto l'Occidente, che cannibalizza la proprietà e le risorse di tutti.
Le azioni illegittime di congelamento di una parte delle riserve della Banca Centrale minano l'affidabilità dei cosiddetti attivi di prima classe, del dollaro. In effetti, sia gli Stati Uniti che l'Unione Europea hanno dichiarato la sospensione di fatto dei pagamenti dei loro impegni verso la Russia, ma chi fa male a chi?
Fa male alla Russia?
non credo, si fanno irrazionalmente male da soli.
Quale altro paese, chi sano di mente, si fiderà dell'Occidente d'ora in poi?
Quale paese manterrà le proprie riserve, le proprie ricchezze, i propri fondi nelle loro banche, se li sequestrano unilateralmente e allegramente, agendo come pirati, come ladri comuni, chi avrà fiducia nel loro sistema finanziario una volta che l'intervento speciale in Ucraina sarà finito, chi?
L'Occidente cerca di seminare la discordia tra i russi scommettendo sul tradimento.
Vogliono di nuovo cercare di fare pressione su di noi, di trasformarci in un paese debole e dipendente, di violare la nostra integrità territoriale, di smembrare la Russia: non ci sono riusciti allora, e non ci riusciranno adesso. l'Occidente punterà sulla cosiddetta quinta colonna, sui traditori, su coloro che fanno soldi qui, ma vivono lì.
Ciò che deve essere chiaro a tutti, e concludo con questo, è l'evidenza che questi ultimi sviluppi mettono fine al dominio globale dei paesi occidentali nella politica e nell'economia mondiale.
Inoltre, il modello economico che per decenni è stato imposto al mondo intero è stato messo in discussione, l'ossessione patologica degli Stati Uniti e dei suoi alleati per le sanzioni non è condivisa dai paesi dove vive più della metà della popolazione mondiale.
Quei paesi rappresentano la parte più promettente del futuro, sono le economie in più rapida crescita.
La Russia è tra questi paesi, siamo insieme. È così perché la Russia ha tutte le risorse naturali, materiali e umane di cui queste nazioni emergenti hanno bisogno, l'Occidente non ha più nulla da dare, nulla da offrire che non sia un furto, tutto è stato speso male o esaurito, hanno solo l'avidità e la necessità di tagliare la crescita di queste nazioni emergenti.
Ecco perché, è già inevitabile l'inizio potente del nuovo sistema economico commerciale che emerge.
Un sistema in cui il mondo avrà la garanzia che la ricchezza non sarà saccheggiata arbitrariamente, e dove potrà commerciare e scambiare in modo fiorente, naturale e sicuro.
La Russia ha sempre, nel corso della storia, dato grandi contributi all'evoluzione della civiltà umana, e questa volta non sarà diverso, la Russia è sempre stata e sempre sarà parte della storia. "
Vladimir Putin. Mosca, mercoledì 16 marzo 2022.


---

Rispondi54 m
Stefano Ianne
Ali Abdul Hakeem adesso Putin é un “liberatore”
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!