LA-U dell'ulivo
Ottobre 17, 2021, 03:06:24 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: I sindacati prima di pensare alle rivolte devono riflettere ...  (Letto 481 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Collegato Collegato

Messaggi: 6.578


Mostra profilo
« inserito:: Giugno 26, 2021, 11:20:50 pm »

"Un confronto preventivo"?
Ma Landini cosa significa che vuoi essere al governo e smettere di fare il sindacalista?

Ovvio che i Sindacati vadano consultati e ascoltati ma dopo che il Governo decida cosa intende fare governando, non prima.

Nel governo ci sono già troppi mestatori portati a galla da un consenso bolso e inconsapevole, che fanno confusione senza costrutto alcuno ma solo per interesse di parte.

Il Sindacato, Cgil e non solo, ha storie differenti dai predatori partitocratici di oggi, storie anche condi errori, sostanzialmente di mancata evoluzione libera da ideologie, che poco hanno dato di benefica serenità abeneficio sereno di chi lavora e non vuole le rivoluzioni, ma una sana evoluzioneall’evoluzione industriale che dia benefici a tutto ilnel mondo del lavoro.   

Portare in PIAZZA da già un senso di agitazione antica che non porta alla serenità!
I FORTI NON URLANO e noi possiamo avere un sindacato forte che finalmente non sbaglia.

Noi abbiamo bisogno di un sindacato forte non soltanto di iscritti per gli iscritti, ma soprattutto Forte nella stima della popolazione consapevole, che dia un consenso vero e ragionato.

Noi vogliamo e ne abbiamo tanto bisogno, un sindacato evoluto che ci aiuti nella liberazione dai predatori, di ogni tipo.
Abbiamo bisogno di un sindacato maiuscolo che cambi l’esistente ma STANDO NEL SISTEMA per migliorarlo!
ciaooo

Registrato
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.300



Mostra profilo WWW
« Risposta #1 inserito:: Giugno 28, 2021, 11:26:51 pm »

L'Ulivo, coalizione politica, l'hanno ucciso i politici di Sinistra con la schiacciata d'occhiolino degli ex-Margherita: un disastro che ci ha portato il berlusconismo.

L'Ulivo è una Idea e le idee da sole non vivono e non muoiono!

L'Idea dell'Ulivo è ancora vergine, si può concedere a molti MA con un limite: presentarsi alle elezioni e se l'Ulivo viene votato STARE NEL PROGETTO ULIVISTA, per almeno 5 anni! 
Dopo di che ci può essere anche il divorzio politico.

Se si dimostrasse ancora una volta solo una coalizione politica poltronifera, non ci si deve neppure provare.
Tanto si sa che le coalizioni senza progetti reali, presentati e votati dal "popolo", sono soltanto una presa in giro, come le Liste Civiche di Famiglia!

ggiannig
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.300



Mostra profilo WWW
« Risposta #2 inserito:: Luglio 06, 2021, 04:38:01 pm »

Un commento lusinghiero di Domenico Proietti, Segretario confederale della UIL
 
Coniugare la coesione sociale con la ripresa economica del Paese
 
Auguri di buona strada al rinvigorito Avanti. Non solo perché rappresenta una testata storica del giornalismo italiano, un patrimonio di idee di cui il Paese sente il bisogno per innalzare il livello del dibattito, ma anche per le sue analisi che permettono di avere un canale lungimirante di informazione.

Ne è un esempio la recente previsione su come si sarebbe concluso il confronto sul blocco dei licenziamenti, che ha anticipato l’intesa poi siglata tra Governo e Parti sociali. Complimenti al direttore Claudio Martelli che aveva indicato subito una strada di buonsenso e di razionale praticabilità, che coniugava la coesione sociale con la ripresa economica del Paese. Sono certo che l’Avanti continuerà a svolgere questo importante ruolo su tutti i più significativi temi del Paese a cominciare dalla riforma delle politiche attive del lavoro.

Nel consolidare una preziosa collaborazione, buon lavoro all’Avanti! e a Claudio Martelli.

Domenico Proietti,
Segretario confederale UIL
 
DA avanti.it
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.300



Mostra profilo WWW
« Risposta #3 inserito:: Luglio 13, 2021, 03:02:36 pm »

Un commento lusinghiero di Domenico Proietti, Segretario confederale della UIL
 
Coniugare la coesione sociale con la ripresa economica del Paese
 
Auguri di buona strada al rinvigorito Avanti. Non solo perché rappresenta una testata storica del giornalismo italiano, un patrimonio di idee di cui il Paese sente il bisogno per innalzare il livello del dibattito, ma anche per le sue analisi che permettono di avere un canale lungimirante di informazione.

Ne è un esempio la recente previsione su come si sarebbe concluso il confronto sul blocco dei licenziamenti, che ha anticipato l’intesa poi siglata tra Governo e Parti sociali. Complimenti al direttore Claudio Martelli che aveva indicato subito una strada di buonsenso e di razionale praticabilità, che coniugava la coesione sociale con la ripresa economica del Paese. Sono certo che l’Avanti continuerà a svolgere questo importante ruolo su tutti i più significativi temi del Paese a cominciare dalla riforma delle politiche attive del lavoro.

Nel consolidare una preziosa collaborazione, buon lavoro all’Avanti! e a Claudio Martelli.

Domenico Proietti,
Segretario confederale UIL
 
DA avanti.it
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.300



Mostra profilo WWW
« Risposta #4 inserito:: Luglio 16, 2021, 06:46:08 pm »


I sindacati prima di pensare alle rivolte devono riflettere sul fatto che si tratta di un provvedimento giusto e ben fatto.
Non risolve i problemi accumulati a danno di Venezia, negli anni sino ad oggi, ma neppure le grandi navi li risolvevano, ma solo quelli di alcuni veneziani.

Che la questione va vista nel suo complesso è un fatto che non deve danneggiare i veri protagonisti della mutazione, non strani “contorni utilitaristici” di parte.

Il turismo di massa a Venezia porta solo guai!
È la qualità dei Viaggiatori che deve essere ricercata, non la quantità che compra cianfrusaglia e mangia panini per strada!

ciaooo
Registrato

Admin
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 29.300



Mostra profilo WWW
« Risposta #5 inserito:: Luglio 22, 2021, 10:44:54 am »

Fibrillazioni?

Il Pacemaker del governo Draghi: elezioni subito e la Lega fuori dal governo.

Oppure la Lega al governo con gli Sfascisti: ma allora per coloro del “consenso inconsapevole” sarebbero cavoli amari.

ciaooo

Registrato

Admin
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!