LA-U dell'ulivo
Aprile 15, 2021, 04:00:19 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Il fronte progressista ha molto da dire nel governo Draghi.  (Letto 1085 volte)
darwin
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 51


Mostra profilo WWW
« inserito:: Marzo 24, 2021, 01:34:40 pm »

Discorso serio.

Fra i lasciti del precedente governo Conte c'è:

"Legge 11 settembre 2020, n.120
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge
16 luglio 2020, n. 76, recante misure urgenti per la
semplificazione e l'innovazione digitale." https://assets.innovazione.gov.it/1610035988-schede-sulle-misure-di-innovazione-e-digitalizzazione.pdf

PURTROPPO NESSUNO NE HA PARLATO, MINISTRO PAOLA PISANO.

Riprendo dall'articolo:

"Per risolvere questo impasse dal 2017 si parla del diritto ad innovare: il precedente ministro della trasformazione digitale ne fece una bandiera ottenendo che dal luglio scorso divenisse una legge.

Stabilisce che se hai un prodotto o un servizio innovativi per un anno puoi chiedere di derogare alle norme vigenti. Dal punto di vista culturale è un bel salto in avanti, ma finora non risulta che qualcuno lo abbia fatto. Delle due l'una: o gli innovatori visionari sono spariti, oppure quella norma, che oggi vive nascosta in una voce di un sito web ministeriale, è ignota ai più. Andrebbe valorizzata. Il diritto a innovare può liberare energie sopite. Come diceva un altro celebre manifesto della Silicon Valley: "Solo quelli che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, sono quelli che lo cambiano". Diciamo loro di provarci. "

Ecco la norma presente nella legge:

"Autorizzazione a sperimentare, meno ostacoli a progetti innovativi sicuri

Le novità

La norma pone le premesse per agevolare imprese, start up, università ed enti di
ricerca che intendono sperimentare progetti di innovazione e digitalizzazione
potenzialmente utili allo sviluppo del nostro Paese.
La sperimentazione potrà essere autorizzata in alcuni casi in deroga a norme
vigenti, dal Dipartimento per la trasformazione digitale e dal Ministero dello
sviluppo economico. Se l’iniziativa promossa dimostrerà di avere un impatto
sociale positivo, si attiverà una procedura volta a promuovere eventuali
modifiche normative che si rivelassero indispensabili per consentire all’attività
sperimentata di essere svolta anche in seguito.

I vantaggi

Si compie un passo in avanti nell’adozione di un iter più semplice per
sperimentazioni attualmente impedite o ritardate da norme, divieti e procedure
amministrative particolarmente complesse."

Consiglio la lettura di tutta la legge che stabilisce delle norme precise per attuare una vera innovazione della Pubblica Amministrazione, del rapporto dei cittadini con la Pubblica Amministrazione.

QUESTA LEGGE CONTIENE TUTTI I CONTENUTI DELLA RIFORMA CHIESTA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL RECOVERY PLAN.

IL LAVORO DI COLAO RICEVE UNA BASE SOLIDA DI ATTUAZIONE A CUI DEVE ATTENERSI ANCHE IL MINISTRO BRUNETTA.

Purtroppo se da un lato;

1) SPID, l'identità digitale unica.

2) SPID e CIE come documenti di identità, basta fotocopie e allegati

3) Piattaforma per la notifica digitale degli atti della Pubblica amministrazione: raccomandata addio.

4) Una Pubblica amministrazione più digitale, dal modo di lavorare a quello di comunicare

sono fatti già realizzati, altri punti necessitano di anni di realizzazione, ne parlo per esperienza professionale di realizzazioni simili in grandi aziende.

Questi progetti di pesante realizzazione sono sono:

1) Una piattaforma nazionale per i dati della Pubblica Amministrazione

2) Dati dei concessionari pubblici a disposizione delle amministrazioni.

3) Verso un cloud nazionale, l’infrastruttura per dati pubblici.

I PROGETTI INDICATI NELLA LEGGE SONO IL DETTAGLIO DI QUELLO CHE SI DOVRÀ REALIZZARE PER RISPONDERE AI VINCOLI DEL RECOVERY PLAN E NON ESSERE PIÙ GLI ULTIMI IN INNOVAZIONE IN EUROPA (CON ROMANIA, GRACIA E BULGARIA) SECONDO LE CLASIFICHE DI DESI 2020.

Con buona pace di falsi innovatori.

ALLORA CHE I QUERULI INVENTORI DI PRETESTI CONTRO IL GOVERNO CONTE II FACCIANO AMMENDA, ERA UNA ITALIA LANCIATA VERSO IL FUTURO QUELLA DEL PRECEDENTE GOVERNO, CHE HA PRODOTTO I FRUTTI NECESSARI PER IL LAVORO DEL GOVERNO DRAGHI.

https://www.repubblica.it/dossier/stazione-futuro-riccardo-luna/2021/03/23/news/che_fine_ha_fatto_il_diritto_a_innovare-293415531/?ref=RHTP-BC-I270682881-P11-S3-T1&__vfz=medium%3Dsharebar&fbclid=IwAR1SG0UGvv36qDJQtLHbhgRNN4FVyaA2xZnkesu-vbqLaLv8shL0JOKz3ig
Registrato

Arturo Infante detto Darwin detto Mac
arturo.infante@tin.it
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 28.949



Mostra profilo WWW
« Risposta #1 inserito:: Marzo 28, 2021, 06:22:33 pm »

Mario Draghi fuori dal bunker | HuffPost

Posta in arrivo

Arlecchino Euristico
ven 26 mar, 20:07 (2 giorni fa)
a me

Article:

https://www.huffingtonpost.it/entry/mario-draghi-fuori-dal-bunker_it_605dfcecc5b65d1c28151d37?ncid=other_email_o63gt2jcad4&utm_campaign=share_email

Inviato da Posta per Windows 10

 

Registrato

Admin
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!