LA-U dell'ulivo
Dicembre 08, 2019, 07:25:37 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Il calcolatore di Ivrea in America volle andar (rubato dagli USA)  (Letto 98 volte)
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 27.492



Mostra profilo WWW
« inserito:: Novembre 21, 2019, 11:12:35 am »

Il calcolatore di Ivrea in America volle andar

Nuovo appuntamento settimanale con la Domenica, il supplemento culturale del Sole 24 Ore. Il viaggio questa volta è nella storia economica d’Italia, e prende le mosse dall’apertura degli archivi storici di Mediobanca. Sono stati infatti digitalizzati, e messi a disposizione degli studiosi, i verbali che raccontano i retroscena della cessione della divisione elettronica della Olivetti agli americani di General Electric. Siamo sulle tracce di un giallo, di un vero e proprio mistero storico” scrive Paolo Bricco sulla Domenica.  Si tratta della cessione della divisione elettronica della Olivetti. Che, nel tempo alterato dalla immaginazione, ha generato mitologie positive e negative, e ha acceso le fantasie di quanti, alimentandosi della riservatezza che si faceva segretezza nella Mediobanca di Enrico Cuccia, hanno per sessant’anni costruito sogni e ipotesi, illazioni e giudizi intorno a quello che a lungo è stato considerato – e per molti ancora è - uno dei principali passaggi mancati della storia italiana. Mediobanca apre ora alla comunità degli studiosi il suo archivio intitolato a Vincenzo Maranghi. E, dopo avere riordinato e digitalizzato tutte le carte dei suoi primi vent’anni (dal 1946 al 1966), compie una operazione culturale in grande stile. Andando, appunto, al cuore di una delle questioni che hanno interrogato le élite – quando ancora le élite esistevano – intellettuali ed economiche, politiche e sindacali del nostro Paese: è stato veramente necessario il sacrificio dei grandi calcolatori con il loro passaggio agli americani di General Electric? Le condizioni dell’impresa erano così prefallimentari da giustificare l’ingresso nel capitale del Gruppo di Intervento, imperniato su Mediobanca e costituito anche da Fiat e Pirelli, La Centrale e Imi? Intorno a tutte queste domande, ora, è possibile per ciascun lettore formulare un proprio giudizio, supportato dai documenti pubblicati nel volume Mediobanca e il salvataggio Olivetti. Verbali delle riunioni e documenti di lavoro 1964-1966, un testo di fonti curato da Giampietro Morreale. Il verbale del primo colloquio, avvenuto il 25 gennaio 1964, fra Enrico Cuccia, Silvio Salteri (capo del servizio crediti) e Roberto Olivetti, mostra l’atterrimento del figlio di Adriano di fronte alle condizioni dell’impresa e al disorientamento della sua famiglia, divisa e piena di debiti.

Nel menu della Domenica molti altri argomenti.
Dal Sole 24 Ore 17/11/2019
Registrato

Admin
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!