LA-U dell'ulivo
Giugno 16, 2019, 05:31:55 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: New York, giugno 2019. La celebre casa d'aste Christie's mette all'asta la ...  (Letto 208 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5.562


Mostra profilo
« inserito:: Marzo 27, 2019, 06:04:57 pm »

New York, giugno 2019.

La celebre casa d'aste Christie's mette all'asta la Summa de arithmetica, geometria, proportioni et proportionalita di frate Luca Pacioli, opera del 1494, considerata una vera e propria enciclopedia del sapere matematico dell'epoca. Umberto Bottazzini ci racconta i segreti di questo prezioso libro, all'origine, tra l'altro del metodo della partita doppia. Uno scritto, quello di frate Pacioli, che Christie's non esita a indicare come la vera e propria “sorgente” del business moderno. L'opera, che ha codificato le basi numeriche del mondo degli affari, parte da una base d'asta di 1-1,5 milioni di dollari.

Frate Luca Pacioli è un personaggio estremamente interessante. Dovette forse conoscere e frequentare Piero della Francesca, anch'egli di Borgo San Sepolcro. Chiamato da Ludovico il Moro, nel 1496 si stabilisce a Milano alla corte degli Sforza, dove stringe amicizia con “nostro compatriota fiorentino” Leonardo da Vinci, allora impegnato nella realizzazione del Cenacolo. Passando per Mantova, nel suo incessante girovagare, Pacioli scrive per Isabella d'Este il trattato De ludo scachorum sul gioco degli scacchi, recentemente ritrovato, e Leonardo schizza un ritratto di Isabella su un cartone.

Pacioli insegna poi a Firenze, ancora a Roma e a Perugia, prima di tornare a Sansepolcro dove muore nel 1517. Certo il frate non fu un matematico dell'originalità di Fibonacci, spiega Umberto Bottazzini, ma un abile e aggiornato espositore di tecniche e risultati noti, capace di raccogliere in maniera sistematica e mettere a disposizione del pubblico quanto si andava insegnando nelle università e botteghe d'abaco nel campo dell'aritmetica, dell'algebra e della geometria, e le loro varie applicazioni alla mercatura. Nelle prime Distinzioni – ossia le suddivisioni, a loro volta composte di trattati, che formano le due parti principali della Summa, la prima dedicata all'aritmetica e l'algebra, la seconda alla geometria – frate Luca introduce le cifre arabe e le operazioni con esse, in particolare le diverse maniere, allora comunemente in uso e oggi dimenticate, per moltiplicare e dividere due numeri.

Pacioli tratta poi dei rapporti e delle proporzioni prima di arrivare “a la madre de tutti li casi detta dal vulgo la regola della cosa over arte magiore cioe pratica speculativa altramente chiamata Algebra et almucabala in lingua arabica over caldea”. Infine, nella nona Distinzione si trova il Tractatus de computis et scripturis, ossia il trattato “de quelle cose che sono necessarie al vero mercatante e de lordine a saper ben tener un quaderno con suo giornale”. Pacioli vi descrive in dettaglio il modo di tenere quei “quaderni”, e in particolare il metodo della partita doppia, lo strumento essenziale nella contabilità che giustifica la presentazione di Christie's della Summa come nascita della moderna ragioneria.

Nel menu della Domenica molti altri argomenti. Ecco una selezione per i lettori del Sole 24 Ore
Da – ilsole24ore.com
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!