LA-U dell'ulivo
Gennaio 19, 2018, 06:37:07 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
 
   Home   Help Ricerca Calendario Login Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Topic: Carlo Marroni Ius soli, la “non interferenza” del Papa e il discreto pressing...  (Letto 78 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 3.816


Guarda Profilo
« il: Settembre 20, 2017, 10:36:50 »

CITTADINANZA
Ius soli, la “non interferenza” del Papa e il discreto pressing dei vescovi

Di Carlo Marroni
18 settembre 2017

La linea della Santa Sede da quando è stato eletto è chiara: sulle faccende italiane «io non mi immischio» disse il Papa in aereo nel 2016 a proposito delle unioni civili, allora al centro dello scontro politico anche dentro il mondo cattolico. Legge che poi fu approvata nonostante il forte disappunto di larghi strati della Chiesa Italiana, che appoggiò il movimento di base culminato nel Family day del Circo Massimo. Disappunto e contrarietà, ma senza una linea ufficiale, come accaduto invece un decennio prima contro il governo Prodi per i Dico, quando la linea del cardinale Ruini per la Cei e del cardinale Bertone per la Santa Sede, fecero affondare quella legislazione.

La non interferenza “diretta” vale oggi anche per il fine vita e lo ius soli, anche questo non esclude che le gerarchie possano esprimersi sui temi sensibili della società. E adesso questo vale soprattutto per le questioni dell'immigrazione e dell'accoglienza. Su questo punto la Cei è molto presente, anche se la linea espressa dal cardinale-presidente Gualtiero Bassetti rispecchia in pieno quella del Papa (confermata di recente nel volo dalla Colombia) e cioè di una accoglienza “sostenibile”, che rientri in un quadro di regole chiare (anche per lo Ong) che tutelino anche chi accoglie, quindi nel rispetto della legalità. Di recente il Papa si è incontrato riservatamente con il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ma c'è credere che i due – alla presenza del Sostituto, Angelo Becciu - non siano entrati nel delicato campo della “legislazione”, proprio per sgombrare il campo da possibili equivoci.

Naturalmente la posizione più generale della Chiesa italiana è quella di agevolare l'accoglienza, e quindi la legge sullo “ius soli” – pur nel quadro di precisi paramenti sia sui genitori e che sul percorso scolastico – rientra negli auspici, e uno specchio autorevole di questo comune sentire è il quotidiano Avvenire, di proprietà della Cei e diretto da Marco Tarquinio, che nell'edizione di domenica, una delle più vendute vista la capillare distribuzione nelle parrocchie italiane, ha pubblicato una sovracopertina con foto a colori di stranieri in attesa di cittadinanza. Il Pd e il governo spingono per una approvazione entro la fine della legislatura, anche se il sentiero e molto accidentato: tempi stretti e opposizione del centro destra, compreso il partito del ministro Angelino Alfano, tradizionalmente vicino alle posizioni dell'episcopato. Al di là di calcoli elettorali – ormai impossibili nella società liquida in cui si muovono i tradizionali blocchi d'opinione – il tema dello “ius soli”, ormai risolto in gran parte d'Europa, si pone come centrale in Italia proprio per esprimere il modello sociale a cui si intende puntare, guardando oltre la contingenza dei flussi dal Mediterraneo.

In questo quadro la Chiesa italiana conta su uno slancio di fine legislatura, magari sospinto, oltre che dal premier, anche dal ministro dell'Interno Marco Minniti, che da laico (e da ministro-pilastro del governo) ha un dialogo aperto con le gerarchie ecclesiali, come accaduto ieri nel convegno di Assisi organizzato dal cardinale Gianfranco Ravasi e dai frati del Sacro Convento.

Un momento importante per capire gli orientamenti dei vescovi italiani – da maggio guidati dal nuovo presidente Bassetti, votato in larga maggioranza e molto apprezzato dal Papa – su migrazione e ius soli sarà il prossimo consiglio permanente che dovrebbe riunirsi la prossima settimana a Roma, il primo della nuova gestione.

© Riproduzione riservata

Da - http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-09-18/ius-soli-non-interferenza-papa-e-discreto-pressing-vescovi--115854.shtml?uuid=AEoDCtUC
Loggato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!


Google visited last this page Settembre 25, 2017, 02:43:56