LA-U dell'ulivo
Giugno 24, 2018, 04:44:12 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
 
   Home   Help Ricerca Calendario Login Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Topic: Enrico De Mita. La società frammentata e l’assenza della politica  (Letto 372 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 4.629


Guarda Profilo
« il: Agosto 01, 2016, 12:34:01 »

La società frammentata e l’assenza della politica

Di Enrico De Mita
 1 agosto 2016

Una società frammentata che viene gestita senza progetti unitari e chiari. Che ha urgente bisogno di definire quali devono essere i rapporti fra il Parlamento e il governo, per ritrovare la capacità di individuare obiettivi definiti e specifici al di là delle esigenze del momento.

Nei giorni scorsi da Giuseppe De Rita è arrivata una provocazione. Si è domandato, con un artificio retorico, «se abbiamo oggi una politica della ricerca scientifica, una politica industriale, una politica dello sviluppo universitario, una politica della cultura, che siano espressione di progettazione e volontà politica» (Corriere della Sera, 22 luglio 2016). Per concludere che abbiamo, piuttosto, un avvicendarsi cumulativo di emendamenti particolari che lasciano spazio a una continua frammentazione delle scelte. La parola emendamento viene usata più volte da De Rita e significa la coazione di poteri particolari, settoriali senza impostazione politica.

Del resto, e lo sappiamo bene, le leggi finanziarie sono “omnibus” pieni di emendamenti, strumenti di tutela di interessi particolari. Viviamo in una società del frammento con il primato dell’emendamento. Gli strumenti di questa tendenza sono le leggi finanziarie, che sono l’area di rincorsa di pressioni burocratiche e corporative in vari settori del mondo politico.

Le leggi finanziarie avrebbero lo scopo di adeguare le entrate e le uscite del bilancio dello Stato, delle aziende autonome e degli enti pubblici che si ricollegano alla finanza statale, agli obiettivi di politica economica; attraverso le leggi finanziarie vengono operate modifiche a disposizioni legislative aventi riflessi sul bilancio.

Prescindendo dalla funzione della legge di bilancio va sottolineato il risvolto politico istituzionale della stessa legge che rappresenta la verifica puntuale del rapporto di fiducia tra Governo e Parlamento. Essa compone una serie di provvedimenti concreti e spesso singolari. La legge mette in evidenza l’integrazione politica di due organi ed esalta la crisi perenne del loro incerto rapporto.

© Riproduzione riservata

Da - http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-07-31/la-societa-frammentata-e-l-assenza-politica-174959.shtml?uuid=ADpH0Bz
Loggato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!


Google visited last this page Giugno 14, 2018, 05:09:10