LA-U dell'ulivo
Settembre 26, 2018, 12:37:58 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
 
   Home   Help Ricerca Calendario Login Registrati  
Pagine: 1 [2]
  Stampa  
Autore Topic: TESI per la definizione della piattaforma programmatica de L'Ulivo  (Letto 2271 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 4.995


Guarda Profilo
« Risposta #15 il: Agosto 31, 2017, 10:17:49 »

La particolarità del Polo Democratico, come lo intendiamo noi, è quella di nascere e svilupparsi per realizzare un Progetto Italia quinquennale.

Un inizio di pensiero e di azione per il futuro del nostro paese.

Quindi nessuna unione o coalizione tra partiti, ma una presa di responsabilità degli aderenti al Progetto per fare quanto previsto partendo dalle priorità scelte di comune accordo.

In questo progetto il capitolo Africa ci deve vedere protagonisti!

ciaooo
Loggato
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 4.995


Guarda Profilo
« Risposta #16 il: Ottobre 07, 2017, 05:52:39 »

A Franco G. su FB del 7 ottobre 2017

La mia visione è proprio orientata ad annichilire le "rogne" personalistiche, dei politici, in favore di un Progetto Italia da condividere e presentare agli elettori prima delle elezioni.

Agli Italiani (tutti) resterebbe il compito (doveroso) di seguire l'attuazione graduale del Progetto (in 5 anni).

I politici o i partiti che danneggiano o sabotano il Progetto li metteremo alla gogna e fuori dal Polo Democratico.   

ciaooo
Loggato
Admin
Administrator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 27.464


Guarda Profilo
« Risposta #17 il: Novembre 15, 2017, 11:34:10 »

Riflessioni di un opinionista, “non ancora renziano”, e di suoi conoscenti della stessa area di pensiero socio-politico:

POSSIAMO NOI, oggi in Italia, permetterci il lusso di rinunciare alla gestione di un CentroSinistra retto da Renzi e Gentiloni, per soddisfare l’anti-renzismo dilagante (per ragioni diversissime) in tutti gli altri settori della politica Italiana?

Noi pensiamo di NO!

Sarebbe un “gettare tra i rifiuti” una differenza sostanziale, rispetto alle passate gestioni di governo, senza dare la possibilità, ai diversificatori, di completare un lavoro avviato e di proseguire, facendoli diventare benefici, i dati positivi ottenuti! Imponendo loro di correggere le insufficienze dimostrate e ritardi cui sono stati costretti anche dalle azioni, perpetrate da una opposizione (anche interna al PD) di pessima qualità.

La stessa opposizione anti-renziana che pretenderebbe di ottenere il potere di comando (sia a sinistra, sia a destra) della totalità del Paese-Italia, non con un impegno legato a un Programma di sviluppo nazionale di benessere per tutti gli Italiani (almeno negli intenti), ma farfugliando critiche per protesta, minime intenzioni e vuoti lanci propagandistici (5Stelle), oppure ripetendo vetusti e passati riferimenti a realtà di inizio secolo che oggi sono sparite (Sinistra storica), o peggio ancora dichiarare cinicamente: “uniamoci per vincere le elezioni poi vedremo” (Berlusconi e soci).

Noi pensiamo che, da Italiani “normali”, si possa “pretendere” che il vertice attuale di Governo e il Partito PD renziano, debbano continuare a svolgere, con una migliore qualità nel servizio all’Italia, l’opportunità che è accaduto loro, in modo insolito, di cogliere. Convincendoci di svolgere, la suddetta responsabilità, presentendosi alle elezioni con un Progetto Paese quinquennale che, se approvato dagli elettori, si dovranno attivare per realizzare attraverso priorità sostanziali e strutturali verificabili (per obiettivi raggiunti) dagli Italiani.

ggiannig
Loggato
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Offline Offline

Posts: 4.995


Guarda Profilo
« Risposta #18 il: Novembre 17, 2017, 11:07:28 »

Se Renzi si fa mettere la divisa dell'unione da chi lo vorrebbe morto (politicamente e non mi riferisco a Veltroni), si scava la fossa politica, da solo.

La parte di Sinistra che ha tramortito il CentroSinistra per 10 anni, continuerebbe a farlo sino alla conclusione fatale e finale.

Solo un Polo Democratico capace di vincolare le adesioni ad un PROGETTO ITALIA, quinquennale e approvato dagli elettori, può offrire garanzie di riuscita per dare il benessere al paese.

ggiannig (Opinionista indipendente).
Loggato
Pagine: 1 [2]
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!


Google visited last this page Settembre 25, 2018, 04:00:25