LA-U dell'ulivo
Novembre 30, 2021, 09:36:12 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: Ferrero continua ad avere successo in Russia  (Letto 2672 volte)
Admin
Utente non iscritto
« inserito:: Marzo 22, 2014, 07:31:27 pm »

Ferrero continua ad avere successo in Russia

di Tommaso V. Ferrari

Ferrero Russia è una delle più promettenti compagnie all'interno del gruppo Ferrero. La società nella città di Vladimir ha aperto da sei anni un nuovo impianto che, insieme con altre 15 fabbriche in tutto il mondo, contribuisce a far circolare i propri prodotti in 38 diversi Paesi. "Il chiaro successo di Ferrero in Russia dimostra l'importanza di Vladimir, una delle regioni prioritarie verso la quale attrarre le imprese italiane", ha affermato il general manager della società dolciaria, responsabile dell'area anglo-americana e dei Paesi Csi, Giuseppe D'Angelo, parlando a Vladimir, in Russia, alla presentazione del quarto rapporto di responsabilità sociale d'impresa della Ferrero.

Anche Leonardo Bencini, capo dell'ufficio commerciale dell'Ambasciata d'Italia a Mosca, ha sottolineato che l'esperienza di Ferrero e del gruppo Marcegaglia sul posto sono un successo enorme. Tra i motivi per cui investire in quella regione, la totale collaborazione del governo locale. Bencini annovera con Vladimir, solo Lipetsk, un'altra regione russa e zona economica speciale dove l'arrivo di Indesit ha creato un importante indotto per le imprese.

Ma a Vladimir c'è ancora molto spazio anche nei settori come le costruzioni e i materiali. Molte prospettive sono offerte anche dall'aeroporto attualmente in costruzione, candidato a essere il quarto scalo moscovita se parte l'alta velocità con i collegamenti con la capitale. Inoltre chi investe a Vladimir gode di enormi agevolazioni e aiuti federali, perché sono una delle regioni virtuose.

Finora l'investimento del gruppo di Alba nella Federazione per il progetto della fabbrica di Vladimir ha già superato i 250 milioni di euro. Tuttavia lo stabilimento ha raggiunto il limite della propria capacità produttiva per i Kinder Sorpresa, a fronte della forte domanda in Russia, quindi potrebbe arrivare a investire per ampliare lo stabilimento.

Per il prossimo anno mancherebbero circa 1000 tonnellate di prodotto e questo richiederebbe un ampliamento della produzione locale. "Per noi il mercato russo è molto importante", ha detto D'Angelo. "La Ferrero Russia è già la quarta azienda del gruppo. Un mercato in crescita per i nostri grandi marchi. Quindi il nostro obiettivo è velocizzare la crescita in Russia e consolidare la nostra posizione di mercato". Di recente Ferrero ha strappato la terza posizione nel Paese per quando riguarda il mercato di riferimento.

"Un altro prodotto importante nel nostro portfolio è Nutella, di cui abbiamo una produzione locale in Russia", ha aggiunto D'Angelo. "Un prodotto che abbiamo iniziato a supportare localmente nell'ultimo anno a livello pubblicitario. Per Nutella abbiamo dei progetti abbastanza ambiziosi, più che raddoppiare i volumi nei prossimi tre anni. Non è una sfida facile, poiché in Russia c'è un'abitudine di consumo differente. I consumatori preferiscono una colazione salata, quindi si tratta di remare controcorrente. Ma abbiamo anche un vantaggio: il mercato dei cereali sta crescendo. E poi la Russia è un mercato importantissimo per il consumo di pane. Un abbinamento importantissimo con la Nutella. Quindi alcuni elementi ci fanno presagire un futuro molto roseo per Nutella in Russia e i primi risultati sono incoraggianti. Stiamo crescendo di un 30%. Questo ci rende molto fiduciosi".

Oggi a Vladimir, in Russia, è stato presentato il quarto rapporto di responsabilità sociale d'impresa della Ferrero, "Condividere i valori per creare valore", certificato dalla Deloitte e redatto in base ai parametri della Global Reporting Initiative. Il documento illustra la strategia del gruppo, guidato dal ceo, Giovanni Ferrero, sia per il futuro sia per i risultati già raggiunti.

La Ferrero si vede nuovamente riconoscere dal Global Compact delle Nazioni Unite la valutazione A+. Il Global Compact (Patto Globale) è un'iniziativa lanciata nel 1999 dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan per promuovere la responsabilità sociale delle imprese e per far sì che il mondo del business possa esso stesso contribuire a trovare delle soluzioni alle sfide della globalizzazione.

La responsabilità sociale per la Ferrero ha radici antiche e si fonda su quattro pilastri. I prodotti, caratterizzati da altissima qualità e quindi sicurezza alimentare; la Fondazione Ferrero, che si prende cura degli ex dipendenti dal punto di vista sanitario e sociale e promuove attività culturali ed artistiche; le imprese sociali Ferrero, già create in India, sud Africa e Camerun; il programma educativo Kinder+Sport, volto a promuovere l'attività fisica tra i bambini. A questo si aggiunge lo stringente Codice etico del gruppo.

Un modello di impresa che anche in Russia ha conosciuto pieno successo, arrivando addirittura a un'affermazione del marchio tale da dover difendere la società dalle imitazioni. Attualmente lo stabilimento in Russia, proprio a Vladimir, rappresenta uno degli esempi più riusciti di business italiano nella Federazione

Da - http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201403211048468961&chkAgenzie=TMFI&titolo=Ferrero%20continua%20ad%20avere%20successo%20in%20Russia
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!