LA-U dell'ulivo
Giugno 16, 2019, 04:55:13 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Agenda Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: ... quanto sappiamo sul metodo educativo di Maria Montessori (1870-1952).  (Letto 99 volte)
Arlecchino
Global Moderator
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5.562


Mostra profilo
« inserito:: Aprile 16, 2019, 06:24:58 pm »

Un documento inedito innova, e per certi versi rivoluziona, quanto sappiamo sul metodo educativo di Maria Montessori (1870-1952).

Se grazie alle sue caratteristiche rivoluzionarie ha cambiato il modo di fare scuola, tuttavia il metodo Montessori non è del tutto improntato a una concezione laica come si potrebbe pensare. Come spiega Armando Torno sulla copertina della Domenica, a una prima e superficiale lettura il metodo sembra nato da concezioni illuministiche, convinte della bontà naturale dell'uomo, il quale commetterebbe il male a causa delle ingiustizie sociali. Un metodo che ha trovato applicazione in scuole di molti Paesi, anche extraeuropei (Usa, Canada, India e Giappone), e che già nella prima metà del ‘900 fu considerato il principale esperimento di una pedagogia nuova. Detto in breve, esso intende la scuola non come la casa “per” bambini, ma “dei” bambini; la trasforma in un ambiente adatto alla libera esplicazione della loro attività. La maestra non insegna ma assiste individualmente i suoi scolari, mentre si esercitano spontaneamente con il materiale didattico.

Ora la pubblicazione del testo inedito di una conferenza del 10 giugno 1921, dal titolo “La Storia - La Libertà – Il Peccato Originale” mostra come per la Montessori la dottrina cristiana del peccato originale non fosse in contraddizione con il suo metodo educativo. Nota con incisività la Montessori: “Non avremmo noi forse commesso l'errore di giudicare il bambino rispetto a noi stessi anziché rispetto al disegno divino? (…) Nella Creazione la Bibbia dice che l'uomo fu fatto a immagine ed a somiglianza di Dio; e il peccato originale ha scomposto questo divino disegno? Noi però dobbiamo coll'educazione assecondare la grazia redentrice dovuta al Cristo, per cercare di ricondurre l'uomo nei limiti del primitivo disegno, cioè all'immagine di Dio”. Più avanti: “Per lo stesso peccato la carne del bambino è soggetta al dolore della malattia, ma ciò non toglie che il suo corpo sia la più ammirabile fattura di Dio”.

Nel menu della Domenica molti altri argomenti.
Da – ilsole24ore.com
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!